foto da Island Echo
in foto: foto da Island Echo

Un crimine agghiacciante quello del quale è accusato G. M., un 62enne dell'Isola di Wight, a sud di Southampton. L'uomo è infatti in custodia cautelare per lo stupro di una bambina di 3 anni avvenuto a Fort Victoria Country Park nel pomeriggio del 31 agosto. La misura è stata adottata in attesa della prima convocazione davanti alla Corte di Southampton. Sembra che M. non avesse precedenti penali, ma è sempre stato un assiduo frequentatore del Fort Victoria Country Park. Il 62enne non è noto alla famiglia della minore e, dalle accuse, pare abbia aggredito la piccola mentre giocava.

Quello che le forze dell'ordine sanno attualmente è ben poco: M. sarebbe sì uno sconosciuto per la piccola, ma non è chiaro come il 62enne incensurato sia riuscito ad avvicinarla e se, vista la frequenza assidua del parco, la bambina si sia fidata per via di una fisionomia familiare. Nonostante le prime bozze di dinamica, insomma, la polizia ha bisogno di informazioni, così ha pubblicato un appello per raccogliere testimonianze. I civili non si sono fatti desiderare: in tanti hanno contattato la comunità locale per esprimere la propria rabbia e, in molti casi, anche la propria preoccupazione. Qualcuno si è arrischiato in una ricostruzione del caso che però non combaciava con le prime informazioni raccolte dagli inquirenti. "Apprezziamo che questo caso sia stato di comprensibile preoccupazione per la comunità locale – ha fatto sapere la polizia in un comunicato pubblico – Tuttavia vi chiediamo di non speculare sulle circostanze, in quanto ciò può avere un impatto sui procedimenti penali quando le prove vengono presentate a una giuria".

Le forze dell'ordine hanno chiesto un aiuto anche a coloro le cui telecamere di sorveglianza potessero riprendere le strade prossime al luogo dove sarebbe avvenuto lo stupro. Il pubblico ha consegnato in pochissime ore le immagini registrate, ma il materiale non ha aiutato gli inquirenti a ricostruire in maniera definitiva quanto accaduto.