Una altra vittima (indiretta) del maltempo che sta imperversando negli ultimi giorni nel nostro Paese. Sante Salvati, ex carabiniere di 71 anni, è morto mentre di liberare la cantina dall’acqua penetrata durante il nubifragio che mercoledì 10 luglio ha colpito Avezzano, in provincia de L’Aquila. Sul posto è accorso il personale del 118, ma per l’anziano non c’è stato nulla da fare. Salvati era stato in servizio, prima della pensione, al nucleo operativo di Tagliacozzo.

Il cordoglio per la scomparsa dell'ex carabiniere

Cordoglio per l’accaduto è stato espresso dalla  sezione avezzanese dell’Associazione italiana giovani avvocati (Aiga) che si sono uniti “al dolore dell’amico e collega Mirko Salvati per la prematura e improvvisa perdita del papà Santino”. I funerali di Sante Salvati saranno celebrati oggi, 12 luglio, alle 15,30, nella chiesa parrocchiale della Santissima Trinità, ad Avezzano.

Diversi i danni per il maltempo ad Avezzano

Come riportano Il Centro e Marsica Live, ieri ad Avezzano si è registrato anche l’allagamento del sottopasso di via Don Minzoni, un fenomeno non nuovo in città a seguito dei temporali. Un automobilista di passaggio è rimasto bloccato a bordo di una Ford bianca. Sono intervenuti gli agenti della polizia locale, i vigili del fuoco e i tecnici del Comune con il Commissario prefettizio. Il nubifragio ha creato non pochi problemi in gran parte della città, soprattutto nella zona via Cavour, via Roma, via XX Settembre, dove l’acqua ha fatto saltare numerosi tombini, allagato cantine e portato grandi quantità di detriti sulle strade. Ingenti i danni anche nel Fucino: molti campi sono stati allagati dal temporale di ieri pomeriggio.