John Laming (foto della polizia)
in foto: John Laming (foto della polizia)

Ha violentato una pensionata di 80 anni dopo essere entrato in casa sua, la sera della vigilia di Natale, e le ha detto: "Sei forte, mi ricordi mia nonna". A Glasgow, in Scozia, un uomo di 32 anni di John Laming, è stato condannato a otto anni di carcere dopo aver ammesso la propria responsabilità nello stupro dell'anziana, commesso solo 12 giorni dopo essere uscito di galera, secondo quanto riportato dalla stampa britannica, avendo finito di scontare una condanna a quattro anni per rapina.

La vittima, che è stata protetta dall'anonimato, ha raccontato di essere stata svegliata attorno a mezzanotte del 24 dicembre da un rumore di vetri rotti. Quando si è trovata di fronte l'intruso, la signora ha provato a difendersi afferrando un bastone di acciaio. Quindi ha cercato di chiedere aiuto urlando, ma nessuno è intervenuto. L'aggressore a quel punto l'avrebbe derisa dicendo: "Bei vicini che hai". La donna a quel punto ha subito la violenza da parte del 32enne, che in seguito le ha anche chiesto se avesse in casa qualcosa da bere, prima di fuggire. La vittima ha potuto così avvertire sua figlia e la polizia. Trasportata in ospedale, è stata soccorsa per le ferite riportate nel tentativo di difendersi.

La caccia all'uomo, scattata immediatamente, si è conclusa in breve: Laming è stato trovato dalla polizia mentre stava nascosto in un giardino vicino alla casa che condivide con sua madre, nella cittadina di Rutherglen. A distanza di alcuni mesi è arrivata ora la condanna da parte dell'Alta Corte di Glasgow. Laming è stato inserito anche nella lista degli autori di crimini sessuali e sarà tenuto sotto monitoraggio anche dopo che avrà scontato la sua pena.