Il Coronavirus fa ancora paura in Alto Adige, dove tre persone che lavorano in un albergo sono risultate positive al tampone. In seguito ai tre casi di infezione – prima è stato accertato il contagio di un dipendente e successivamente quello di due colleghi della stessa struttura – ieri è stata disposta la sanificazione della struttura alberghiera che si trova sull'Altipiano dello Sciliar. Sono stati messi in quarantena immediatamente il proprietario della struttura e circa 20 dipendenti che lavorano nell’albergo: negli ultimi giorni hanno avuto contatti stretti con le persone risultate positive al Covid-19. In accordo con il proprietario della struttura i responsabili dell'Azienda sanitaria per il monitoraggio della pandemia di Coronavirus, hanno disposto la sanificazione dell'immobile.

Controlli su dipendenti e ospiti dell’albergo

"Garantire la massima sicurezza per tutte le persone coinvolte e minimizzare il rischio di nuovi contagi sono i nostri comuni obiettivi”, le parole della direttrice del dipartimento di prevenzione Dagmar Regele. Intanto sono partiti i test Pcr su tutti i dipendenti, ospiti e stretti contatti nel contesto sociale delle persone infettate. Almeno per il momento non sono state accertate ulteriori risultati di infezioni di dipendenti, ospiti della struttura in Alto Adige o altre persone.

L’emergenza coronavirus in Alto Adige

Nell’ultimo bollettino aggiornato a sabato l'Azienda sanitaria dell'Alto Adige ha accertato 8 nuove infezioni da coronavirus su 952 tamponi effettuati. 674 persone attualmente si trovano in quarantena obbligatoria o in isolamento domiciliare. Nei normali reparti dei sette ospedali dell'Azienda sanitaria, nelle cliniche private e nella base logistica dell'Esercito appositamente attrezzata a Colle Isarco sono ricoverati 8 pazienti affetti da Covid-19. Nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Bolzano sono ricoverati 2 pazienti.