20 Settembre 2021
16:12

Alessandria, estorce 13mila euro all’amante 80enne: “Hanno nostre foto intime, devi pagare”

È successo ad Acqui Terme, in provincia di Alessandria. Una donna di 74 anni si finge vittima di un ricatto ed estorce 13mila euro all’amante 80enne. Scriveva lettere anonime per farsi consegnare denaro in cambio di materiale fotografico che ritraeva lei e il compagno in scene intime. Arrestata e rimessa in libertà.

Ad Alessandria una 74enne è stata arrestata arrestata dai carabinieri di Acqui Terme con l'accusa di estorsione continuata ai danni di un anziano. La donna ha sottratto circa 13mila euro a un 80enne con cui aveva instaurato una relazione clandestina, traendolo in inganno. Sosteneva di essere stata ricattata da un gruppo di uomini in possesso di materiale fotografico e video che ritraeva la coppia in momenti di intimità.

Il finto ricatto per scene di sesso

I due anziani da un po’ di tempo avevano una relazione extraconiugale. La donna circa nove mesi fa ha raccontato al compagno che un gruppetto di uomini provenienti dall’Europa dell’Est fosse entrato in possesso di video e materiale fotografico che li ritraeva insieme in scene intime. Il silenzio e la mancata divulgazione di queste fantomatiche prove aveva un prezzo. L’uomo, impaurito, ha iniziato a ricevere delle lettere anonime, battute con la macchina da scrivere, in cui gli veniva indicato luogo e importo da consegnare. Ha iniziato quindi a lasciare nel vano motore della propria auto una busta contenente 520 euro, che puntualmente e per più volte, veniva portata via.

Il prezzo del silenzio è 13mila euro

Dopo quasi un anno, le richieste fatte trovare all’anziano signore sempre sul parabrezza dell’auto hanno iniziato ad essere così frequenti che l’ammontare del bottino aveva raggiunto i 13mila euro. Una cifra che non ha più lasciato dubbi e ha convinto l’uomo a denunciare il fatto ai carabinieri di Acqui Terme. Gli agenti si sono fatti trovare sul posto il giorno in cui è stata prelevata l’ultima busta di denaro, imbattendosi in una scena sorprendente: a prendere i soldi non erano uomini dell’est Europa, ma l’anziana amante che con fare ormai naturale ed esperto prelevava la busta dal vano motore. A nulla sono servite le giustificazioni della donna che è stata immediatamente fermata dai carabinieri. Le risposte incerte e le motivazioni forfettarie hanno fatto scattare l’ordine di perquisizione a casa delle 74enne.

Arrestata per estorsione continuata e rimessa in libertà

Dai rilievi effettuati nell’abitazione sono emersi degli appunti appartenenti alla donna e una macchina da scrivere che si pensa abbia utilizzato per redigere le lettere anonime consegnate all’uomo e contenenti ora, luogo e cifra da consegnare in cambio del silenzio. Il Tribunale di Alessandria, davanti alle prove, ha disposto l’arresto della donna con l’accusa di estorsione continuata. La pena per questo reato è la reclusione dai cinque ai dieci anni e la munta dai 1000 ai 4mila euro. Al momento la donna, in attesa di processo e visti anche i 74 anni di età, è stata rimessa in libertà.

Biella, scopre il marito con l'amante e gli distrugge la casa e la Maserati: danni per 300mila euro
Biella, scopre il marito con l'amante e gli distrugge la casa e la Maserati: danni per 300mila euro
Ricatta l'ex amante e intasca 60mila euro, lui si rivolge ai carabinieri e scatta la trappola: arrestata
Ricatta l'ex amante e intasca 60mila euro, lui si rivolge ai carabinieri e scatta la trappola: arrestata
Spagna, il governo annuncia un bonus mensile di 250 euro ai giovani per aiutarli a pagare l'affitto
Spagna, il governo annuncia un bonus mensile di 250 euro ai giovani per aiutarli a pagare l'affitto
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni