100 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Donna accoltellata nel garage a Bolzano, il marito della 61enne: “Non so se è stato nostro genero”

“Non possiamo dire con certezza che sia stato nostro genero”. Parla a Pomeriggio Cinque il marito di Waltraud Kranebitter Auer, la fisioterapista 61enne accoltellata alla gola nel suo garage in Via Cavour a Bolzano. Stando a quanto riportato dalla stampa locale la figlia della vittima si era rivolta a un centro antiviolenza di Bolzano.
A cura di Gabriella Mazzeo
100 CONDIVISIONI
Immagine

"È difficile per noi dire con certezza che sia stato nostro genero, perché non siamo poliziotti. Non possiamo esserne sicuri". A parlare ai microfoni di Pomeriggio Cinque è il marito di Waltraud Kranebitter Auer, la fisioterapista 61enne accoltellata nel garagedel suo condominio a Bolzano.

La donna non sarebbe in pericolo di vita, ma è stata ricoverata in gravi condizioni per alcune ferite interne riportate dopo l'aggressione. La 61enne è stata accoltellata alla gola, ma le ferite riscontrate sarebbero cerebrali. La vittima è stata sottoposta a una Tac. 

"La paura c'è ancora – ha spiegato il marito della donna – perché ha riportato delle lesioni che comunque ci preoccupano. Lei non è in pericolo di vita, ma noi siamo comunque spaventati". Il tentato omicidio sarebbe avvenuto verso mezzanotte: in casa vi erano i nipotini della donna che però non si sono accorti di nulla.

Waltraud Kranebitter Auer
Waltraud Kranebitter Auer

La dinamica dell'agguato

La fisioterapista sarebbe stata attirata nel garage condominiale dal killer, che aveva staccato il contatore dell'energia elettrica. Una volta arrivata nel garage per riattivare la luce, la 61enne è stata aggredita e accoltellata. A trovare la donna riversa in un lago di sangue, un vicino di casa che ha subito allertato i soccorsi. 

È già scattata la caccia all'uomo. Da quanto si apprende, gli investigatori cercano l'ex compagno della figlia della 61enne. L'uomo risulterebbe residente in Germania e da poco tempo la figlia della fisioterapista era tornata a casa dei genitori, a Bolzano, dopo aver comunicato la decisione di separarsi all'ex partner.

I due, che erano sposati con figli, si stavano separando dopo diversi anni di matrimonio. "Non posso dire con certezza che sia stato proprio lui – ha spiegato ai microfoni di Pomeriggio Cinque il marito della vittima -. Nostra figlia era tornata a Bolzano e lui non era d'accordo, ma non aveva mai avuto comportamenti violenti o oppressivi".

Secondo quanto reso noto però dalla stampa locale, la figlia della 61enne si era già rivolta a un centro antiviolenza di Bolzano.

Ancora in corso la caccia all'uomo: si cerca il genero

È ancora in corso la caccia all'uomo per individuare il genero della 61enne, un uomo di 35 anni sospettato di aver attirato la vittima in cantina per poi aggredirla a coltellate. La figlia della donna si era separata da poco dal 35enne residente in Germania. L'uomo è ricercato in Italia e all'estero, dove si presume possa essere tornato.

Le autorità hanno controllato treni e i telepass dell'autostrada del Brennero per trovare traccia del passaggio del 35enne, per ora però senza riscontro. Il marito della fisioterapista e sua figlia sono molto scossi e sperano in una rapida conclusione delle indagini, anche perché per ora non è chiaro se l'uomo sia in fuga e cosa possa avere in mente. Per evitare ulteriori aggressioni, le forze dell'ordine stanno controllando l'uscio dell'abitazione della 61enne, dandosi il cambio di ora in ora.

La donna, temendo il peggio dopo la separazione, si era rivolta a un centro antiviolenza. L'agguato sarebbe avvenuto tra le ore 21 e le 22. La fisioterapista aveva lasciato aperta la porta di casa per scendere a riattivare il contatore, ma è stata aggredita e lasciata a terra in una pozza di sangue. Il marito e la figlia erano andati a trovare degli amici e non erano in casa. A trovare la donna, un vicino di casa che ha poi allertato il 112.

100 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views