210 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

A 14 anni subisce violenza dal medico, l’insegnante se ne accorge fa partire le indagini: arrestato

Una ragazzina di 14 anni subiva violenze sessuali dal medico che l’aveva in cura. A notare il malessere dell’adolescente di Enna, alcune insegnanti che hanno poi interessato la dirigenza dell’istituto scolastico. Il dottore è stato arrestato e si trova attualmente ai domiciliari mentre le indagini proseguono.
A cura di Gabriella Mazzeo
210 CONDIVISIONI
immagine di repertorio
immagine di repertorio

Avrebbe abusato sessualmente di una ragazzina di 14 anni che aveva in cura: per questo un medico di Enna è stato arrestato e si trova al momento ai domiciliari. L'ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal gip su richiesta della Procura locale. Sul medico grava anche l'accusa di abuso di autorità, perché la minore era stata affidata alle sue cure. A far scattare le indagini, secondo quanto riporta il quotidiano Today, le insegnanti della ragazzina che a scuola avrebbero notato il turbamento dell'adolescente.

La ragazzina avrebbe poi raccontato alle docenti quanto accadeva nello studio medico e una professoressa ha interessato la dirigenza dell'istituto scolastico. La Procura parla in una nota di numerosi e gravi indizi di colpevolezza a carico del dottore ora agli arresti domiciliari. Sono ancora in corso accertamenti sulle violenze subìte dalla ragazzina e nel frattempo il medico è stato sottoposto a misura cautelare.

Sono stati acquisiti da chi indaga ulteriori elementi forniti da persone informate sui fatti. Tra questi vi sarebbero anche rilevanti conversazioni che testimonierebbero la colpevolezza del medico ora agli arresti. Dopo la segnalazione arrivata dall'istituto scolastico di Enna, gli agenti di polizia hanno subito sentito l'adolescente anche alla presenza del pm titolare delle indagini.

Chi segue il caso non si sbilancia sulla specializzazione del medico in questione e si mantiene il massimo riserbo sull'identità della vittima, ancora minorenne, e su quella del dottore indagato. Secondo le prime informazioni, però, al professionista si contesta anche l'aggravante di aver agito mentre la piccola paziente era in cura presso di lui.

Dopo la misura cautelare emessa nei confronti del dottore, le indagini vanno avanti al fine di verificare che non vi siano altre vittime di violenza sessuale e raccogliere elementi che possano accertare ulteriori responsabilità del medico.

210 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views