Era la donna più vecchia del mondo: all'età di 117 anni e 137 giorni è morta nella sua casa di Verbania, in Piemonte, la signora Emma Morano. Secondo gli esperti si trattava della persona più anziana vivente sul pianeta e della quinta nella classifica di tutti i tempi. Da svariati anni proprio a causa della veneranda età non usciva dalla sua casa di Pallanza, a pochi passi dalla collegiata di San Leonardo. Tuttavia non si è mai rifiutata di accogliere i giornalisti che da tutto il mondo la raggiungevano per curiosare e tentare di comprendere quale fosse il segreto di longevità della sua longevità. Le sue rispose spiazzavano tutti per la spontaneità e la semplicità, così come la sua dieta – tra uova quotidiane e carne cruda – lasciava sbalorditi  i cultori della sana alimentazione.

Emma Morano  è nata a Civiasco, in provincia di Vercelli, il 29 novembre 1899. Dopo essersi trasferita ancora bambina a Villadossola, si è spostata a Pallanza dove è sempre rimasta lavorando in una industria tessile e fino a 75 anni. Nel 1937 perse l'unico figlio, a soli sei mesi di vita mentre l’anno successivo mandò via di casa il marito violento. Successivamente ha sempre vissuto in solitudine mantenendo immutabili ritmi di vita e alimentazione, tra cui le tre uova al giorno che il medico le consigliò in giovane età. Solo pochi anni fa la sua quotidianità aveva subito qualche modifica con l'assunzione di una badante che la aiutava nelle faccende domestiche.

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano le attribuì l’onorificenza di cavaliere e in occasione dell'Expo di Milano le venne consegnata la prima medaglia rosa al mondo coniata per l’evento e un biglietto d’auguri da Guinness dei primati dall’ambasciatrice Carla Fracci. Nel 2015 c’era stata anche la benedizione di Papa Francesco.