Marco Cavola, padre e imprenditore 42enne, è morto durante una battuta di caccia in Scozia, dove era partito con alcuni amici di Lariano, il comune in provincia di Roma dove la vittima abitava. Secondo le prime notizie, il colpo fatale sarebbe partito dal fucile di un suo amico, F.M 58 anni, con il quale era a caccia insieme con un terzo cacciatore. Marco Cavola avrebbe compiuto 43 anni ad aprile: era titolare di una ditta di movimento terra, lascia la moglie e tre figli tutti minorenni due bambine e un bambino. Sono in corso gli accertamenti presso le autorità scozzesi e il rientro degli altri due italiani e della salma in Italia è non è ancora stato fissato.

La notizia della morte di Marco Cavola ha scosso la comunità di Lariano e, in poco tempo, sui social in tanti hanno voluto ricordarlo. "Buono, onesto ed operoso, amato e stimato da tutti. Ma d'altronde si sa, ci lasciano sempre le persone migliori. E tu, caro Marco, lo sei sempre stato. Ti ricorderò per sempre amico mio", scrive Massimo. "Un amico come te non si dimentica. Un amico come te si ricorda tutti i giorni a tutte le ore perché sono quelli come te a rendere bella l'amicizia, a far sentire speciali le persone, a dar valore anche alla singola ora passata assieme", è il pensiero di Ugo. Antonio scrive: “Esempio di bontà d'animo altruista e indomabile lavoratore. Ci mancherai su questa terra veglia e proteggi i tuoi cari. Ciao Marco”.