Una donna di quarantadue anni residente nella provincia di Torino è stata arrestata dai carabinieri della stazione di Leini con l'accusa di atti sessuali con un minore e cessione di stupefacente. A quanto emerso la quarantaduenne, una infermiera, aveva intrapreso una relazione sessuale con un ragazzino di quattordici anni, amico di sua figlia, con il quale avrebbe anche consumato droga. Dalle indagini effettuate dai carabinieri, coordinati dalla Procura di Ivrea, è emerso che la relazione tra la donna e il minorenne è andata avanti per più di un anno, dal dicembre 2017 al mese di gennaio 2019. Quando i due avrebbero iniziato a frequentarsi lui aveva tredici anni.

Ad accorgersi di tutto sarebbe stato uno zio del minorenne – Secondo alcune indiscrezioni, i primi sospetti sono partiti dallo zio del ragazzo dopo una serata in cui aveva accompagnato il nipote con gli amici e aveva notato la complicità che c'era tra lui e l’infermiera, tanto che la donna aveva offerto al ragazzino il suo drink alcolico per farglielo assaggiare. Lo zio ne avrebbe parlato alla madre del minore che quindi avrebbe iniziato a far caso ad alcune stranezze nel figlio. A quel punto sarebbe partita la denuncia ai carabinieri che dopo mesi di indagini hanno arrestato la donna. Gli investigatori avrebbero avuto conferma di quanto accadeva tra i due dopo aver ascoltato intercettazioni telefoniche e aver analizzato il contenuto del cellulare del quattordicenne.