Roger Federer ha vinto 101 tornei in carriera, ma non è mai riuscito a trionfare al Foro Italico. Nessuno pensava concretamente che ci potesse riuscire nel 2019, solo all’ultimo momento ha deciso di giocare, ma chi ama il tennis e chi adora lo svizzero sperava di vedere il più possibile a Roma lo svizzero, che invece il numero 3 del mondo è stato costretto a dare forfait. Roger non giocherà il match dei quarti di finale con Tsitsipas, che così senza colpo ferire si qualifica per le semifinali.

Federer rinuncia al match con Tsitsipas

Nella giornata di giovedì tutti i big sono stati costretti agli straordinari, a causa della pioggia incessante del mercoledì. Federer che sulla terra è tornato a giocare dopo tre anni la scorsa settimana, nel torneo di Madrid, ieri ha sconfitto in mattinata Joao Sousa, onesto giocatore portoghese, e poi ha dovuto battagliare con il tignoso Borna Coric, che si è arreso solo al tie-break del terzo e decisivo set. Federer ha celebrato simpaticamente quel successo, ottenuto annullando due matchpoint, anche sui social, ma stamattina, forse a causa della fatiche (e delle 38 primavere che si avvincano) ha dato forfait per via di un problema alla gamba destra.

Federer rischia di saltare il Roland Garros

Non ha rilasciato nessuna dichiarazione lo svizzero, vincitore di 20 tornei dello Slam. Federer parlerà solo dopo aver effettuato ulteriori accertamenti medici. Il rischio di saltare il Roland Garros è notevole, lo slam parigino inizierà esattamente tra nove giorni e se il problema sarà serio l’ex numero 1 del mondo deciderà di non rischiare e si concentrerà solo sulla stagione sull’erba, che parte a metà giugno.

I quarti di finale del torneo maschile di Roma

Tsitsipas, finalista a Madrid e vincitore all’Estoril, per la terza settimana consecutiva giunge almeno in semifinale. Il greco, entrato prepotentemente nei primi dieci in questa stagione, in semifinale affronterà il vincente del match tra Rafa Nadal, re del Foro, e Fernando Verdasco. Schwartzman e Nishikori si giocano un posto in semifinale contro Djokovic, numero 1 del mondo e reduce dal successo di Madrid, o il rientrante Del Potro.