69 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Royals

L’abito segreto di Lady Diana: perché la principessa aveva un vestito da sposa mai mostrato

Il matrimonio tra Carlo e Diana è passato alla storia anche grazie al vestito principesco stato realizzato per la sposa. La stilista, mentre lo cuciva, temeva ogni inconveniente e decise di farne uno di riserva che però non vide mai la luce.
A cura di Annachiara Gaggino
69 CONDIVISIONI
Lady Diana e il principe Carlo il giorno del matrimonio
Lady Diana e il principe Carlo il giorno del matrimonio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Ci sono diverse curiosità che riguardano il matrimonio tra Lady Diana e l'allora principe Carlo. Dal nome sbagliato alla presenza dell'ex amante e grande amore dell'erede al trono tra gli invitati, molti sono stati i segnali di cattivo auspicio quel 29 luglio del 1981. Le nozze vennero trasmesse in televisione e i cittadini si accalcarono fuori da Buckingham Palace per vedere la coppia felice; protagonista del grande giorno, però, fu certamente l'abito da sposa che passò alla storia come uno dei più belli. Ma in pochi sanno, e anche la principessa ne era all'oscuro, che Elizabeth Emanuel, la stilista britannica vestì la principessa del Galles, ne aveva pronto uno di riserva. La deisgner lo chiama "l'abito che non è mai esistito".

Lady Diana e il principe Carlo il giorno del matrimonio
Lady Diana e il principe Carlo il giorno del matrimonio

Il vestito di scorta della principessa Diana

Dopo che la regina Elisabetta smarrì il suo bouquet il giorno delle sue nozze, è tradizione che hai matrimoni reali ce ne sia sempre uno di riserva, identico a quello ufficiale, ma la stessa regola non vale per l'abito della sposa. "Ero un po' nevrotica e ho pensato: ‘Che cosa succederebbe se qualcuno entrasse e lo rubasse, o sei ci si rovesciasse qualcosa sopra, o se ci fosse un incendio", ha raccontato alla rivista People. "Così ho pensato: ‘Ne farò uno di riserva‘".

Lady Diana e il principe Carlo il giorno del matrimonio
Lady Diana e il principe Carlo il giorno del matrimonio

Il modello era diverso da quello che poi a percorso la navata della cattedrale di St. Paul a Londra e si ispirava a un abito che la stessa stilista aveva realizzato per la futura sposa per un ballo a cui aveva preso parte pochi giorni prima delle nozze. Mancava lo strascico di sette metri e mezzo e le maniche non erano a sbuffo ma aderenti, in più era stata una seta bianca e non avorio. Non venne comunque mai ultimato e solo di recente Elizabeth Emmanuel lo ha voluto riconfezionare per il Museo Virtuale della Principessa Diana in California, analizzando i vecchi schizzi.

L'abito da sposa della principessa Diana
L'abito da sposa della principessa Diana

I ricordi della stilista dell'abito

"Chiacchierava con le sarte. Amava curiosare tra i capi appesi, era un mondo completamente nuovo per lei", ha raccontato Elizabeth Emmanuel parlando della principessa. Il suo atelier era come un' "oasi di pace" nei giorni prima del matrimonio. Ma ancora più vivi sono i ricordi del grande evento, quando lei e il marito aiutarono Lady Diana a vestirsi prima di salire sulla carrozza. "Sentivamo la gente che esultava. Erano tutti felici, è stato davvero un matrimonio da favola".

69 CONDIVISIONI
600 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views