8.783 CONDIVISIONI
18 Maggio 2022
8:47

La casa di Franco Battiato a Milo: Villa Grazia diventerà un museo

Ad un anno dalla morte di Franco Battiato la sua casa di Milo, alle pendici dell’Etna, diventerà un museo. Villa Grazia, dove il cantante è morto il 18 maggio 2021, sarà dedicata alla musica.
A cura di Clara Salzano
8.783 CONDIVISIONI
Franco Battiato è morto il 18 maggio 2021
Franco Battiato è morto il 18 maggio 2021

Era il 18 maggio 2021 quando Franco Battiato è morto nella sua casa di Milo dove ha trascorso gran parte della sua vita. Si chiama Villa Grazia e si trova a Milo, non lontano dalla casa di un altro grande della musica italiana, Lucio Dalla, alle pendici dell'Etna. La casa di Milo, descritta da Franco Battiato nella canzone Giubbe Rosse, diventerà un museo dedicato alla musica. Ad un anno dalla sua morte celebriamo il grande cantante con un articolo sulla sua casa.

L’esterno della casa di Franco Battiato a Milo
L’esterno della casa di Franco Battiato a Milo

Com'è fatta Villa Grazia, la casa descritta in Giubbe Rosse

La casa di Franco Battiato a Milo, Villa Grazia, è molto più di una semplice casa, può essere paragonata quasi ad un piccolo borgo:Abito in una casa di collina – cantava Franco Battiato nel brano Giubbe Rosse – e userò la macchina tre volte al mese. Con 2000 lire di benzina scendo giù in paese". La villa si sviluppa su una superficie di 800 metri quadrati immersi nel verde, con piscina, palestra, diversi angoli raccolti per la lettura ed il riposo, uno studio, in cui era solito comporre i suoi brani, e una vista mozzafiato sull'Etna e la costa ionica.

Alle pendici dell’Etna
Alle pendici dell’Etna

La storica casa di Franco Battiato si trova alle pendici dell'Etna

Villa Grazia sorge a Praino, una frazione di Milo, un paesino siciliano di circa 1.000 abitanti posto alle pendici dell'Etna. La casa gode di un'incredibile vista sul vulcano attivo e sul Mar Ionico. Qui Franco Battiato aveva scelto di tornare per godere della tranquillità del luogo e degli affetti più cari. Non lontano dalla sua casa si trovava anche l'abitazione di Lucio Dalla che fu proprio Franco Battiato a convincere a venire a Milo dove la sua dimora è sempre stata fonte di ispirazione per molte sue composizioni.

La casa di Milo di Franco Biattato
La casa di Milo di Franco Biattato

La casa di Battiato a Milo diventerà un museo

La città di Milo, scelta da Franco Battiato come suo buen retiro, è sempre stata legata al famoso cantante e gli ha sempre dimostrato il suo legame. La Soprintendenza ai Beni culturali di Catania ha avviato la procedura di dichiarazione di interesse culturale per Villa Grazia, dove viveva e morto il cantante. Aveva fatto infatti grande scalpore l'annuncio di vendita della casa alcuni anni fa che ora sembra essere scomparso. Per tutelare l'importante abitazione e la memoria di Franco Battiato si vuole trasformare la sua casa in un museo della musica: "La villa di Milo – precisa Donatella Aprile, Soprintendente di Cataniaoltre ad essere un bell'esempio di casale rurale, è oggi un luogo simbolico che testimonia la vita di un artista siciliano riconosciuto in tutto il mondo per la peculiarità della sua produzione; la sua casa deve essere preservata perché possa testimoniarne la vita e diventare un luogo di riferimento, un Museo della Musica che ne possa mantenere la memoria".

Franco Battiato nella sua casa – Credit @miloefrancobattiato
Franco Battiato nella sua casa – Credit @miloefrancobattiato
8.783 CONDIVISIONI
La nuova casa di Elettra Lamborghini: una villa immersa nel verde con terrazzo e divani bianchi
La nuova casa di Elettra Lamborghini: una villa immersa nel verde con terrazzo e divani bianchi
La casa per le vacanze di Belen e Stefano De Martino: una villa con piscina immersa nella natura
La casa per le vacanze di Belen e Stefano De Martino: una villa con piscina immersa nella natura
La nuova casa di Robbie Williams: una villa con piscina, sala giochi e campo da tennis
La nuova casa di Robbie Williams: una villa con piscina, sala giochi e campo da tennis
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni