7 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Come fare una colazione senza lattosio con 5 ricette e i consigli della nutrizionista

Nell’immaginario comune il latte è l’alimento principe della colazione, come fare se si è intolleranti al lattosio? Lo abbiamo chiesto a una biologa nutrizionista.
Intervista a Dott.ssa Vanessa Lomazzi
Biologa Nutrizionista e Direttrice dello studio polispecialistico Centro IGEA Salute e Prevenzione di Legnano (MI)
A cura di Eleonora Di Nonno
7 CONDIVISIONI
Immagine

In Italia circa il 50% della popolazione è intollerante al lattosio. “È una condizione più comune di quanto si pensa, consiste nell’incapacità di metabolizzare lo zucchero presente nel latte a causa della mancanza o della diminuzione dell’enzima lattasi spiega la dottoressa Vanessa Lomazzi. Contatta da Fanpage.it, la biologa nutrizionista ha consigliato qual è la colazione più giusta per le persone che soffrono di questa intolleranza.

Intolleranza al lattosio: cosa è e quali sono le conseguenze  

L’intolleranza al lattosio può svilupparsi a qualsiasi età e presentarsi con sintomi più o meno intensi a seconda della quantità dell’alimento assunto. “Quelli più comuni sono disturbi intestinali, diarrea, gonfiore, meteorismo – spiega la dottoressa Lomazzi – Fino a qualche tempo fa era molto difficile gestire l’intolleranza dato nel mercato non erano molto diffusi prodotti senza lattosio”. Escludere completamente il latte e i suoi derivati dalla dieta è un meccanismo che molto spesso viene messo in atto dai pazienti, con il rischio di incorrere in carenze nutrizionali. “Le diete variano per ogni individuo, in generale è consigliato di ridurre la quantità di lattosio o introdurre alimenti che ne sono privi” sottolinea la dottoressa.

Immagine

Intolleranza al lattosio: cosa mangiare a colazione?

A colazione si può optare su prodotti che naturalmente non contengono latte, come le bevande vegetali (mandorla, soia, ecc..) oppure preferire lo yogurt greco che contiene meno lattosio dello yogurt normale e quindi è più tollerabile. Anche il kefir è un ottima scelta – aggiunge la dottoressa Lomazzi – C’è poi una linea di prodotti delattosati e ad alta digeribilità”. In linea di massima, più è fresco l’alimento, maggiore sarà la presenza di lattosio. “Per quanto riguarda la colazione salata, invece, bisognerebbe orientarsi verso preparazioni in cui non c’è bisogno di latte o in cui se ne può fare a meno, come con le omlette per esempio. Per chi invece non volesse privarsi di alimenti come la ricotta (magari con del pane tostato) basta sceglierne una senza lattosio” conclude la dottoressa.

Colazione senza lattosio: le ricette consigliate dalla nutrizionista

  • Ricetta Pancake: 40gr di farina di avena + 180/200 ml di albumi da montare a neve senza zucchero, creare un composto omogeneo da cuocere in padella antiaderente. guarnire con 20 gr di marmellata
  • Ricetta biscotti: 30/40gr di riso soffiato + 15/20 gr di cioccolato fondente sciolto. Amalgamare il composto e dististribuirlo a forma di rondelle su un piatto. Lasciare in frigorifero per una notte.
  • Ricetta porridge: 30/40 gr di fiocchi d’avena + 60 gr di acqua. Amalgamare e cuocere in microonde/padella per 1 minuto. Successivamente guarnire con 60 gr yogurt greco e 10 gr di gocce di cioccolato fondente.
  • Ricetta tiramisù: 3 fette biscottate integrali imbevute nel caffè, 120 gr di yogurt greco magro lavorato con cacao amaro in polvere e cucchiaino di zucchero, + 10 gr di cioccolato fondente a gocce o scaglie.
Le informazioni fornite su www.fanpage.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.
7 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views