33 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Errani fa impazzire la sua avversaria con una giocata alla Federer: la reazione è pura frustrazione

Sara Errani scatenata in Romania con un punto eccezionale contro McNally, una difesa da applausi per la tennista italiana.
A cura di Marco Beltrami
33 CONDIVISIONI
Immagine

Sara Errani dopo aver vinto il titolo di Linz in doppio in coppia con Paolini a Linz si sta ben disimpegnando anche in Romania, al Transylvania Open. La tennista italiana attuale numero 98 del mondo si è presa la scena in occasione della vittoria all'esordio contro la statunitense McNally in due set. Un match che "Sarita" ha reso facile, anche grazie a punti super, uno in particolare è finito per essere celebrato anche sulla pagina della WTA.

L'ex numero 5 del mondo e finalista del Roland Garros sta vivendo un momento molto positivo anche dal punto di vista fisico. Una seconda giovinezza sportiva per la 36enne di Bologna che ora affronterà la numero due del tabellone Maria, avversaria sicuramente più ostica ma contro cui i precedenti sono tutti a suo favore.

In un momento cruciale della partita ovvero sul punteggio di 3-2 nel secondo set per McNally, con quest'ultima al servizio sul 15-30, ecco il capolavoro di Errani. La sua avversaria ha provato a giocare all'attacco costringendo l'azzurra alla difensiva. Un lob di Sara purtroppo non è stato ben calibrato e allora ecco lo smash agevole di McNally che sembrava definitivo.

Una conclusione non troppo angolata su cui la giocatrice italiana si è inventata un colpo eccezionale. Un contro-smash che ha ricordato quello di Roger Federer contro Roddick, in un match diventato ormai memorabile. Sorpresa l'avversaria di Sara che comunque è riuscita a salvarsi con due volée, che non hanno sorpreso Errani. Pallonetto questa volta perfetto della nostra portacolori che ha beffato definitivamente McNally. Molto frustrata l'americana di fronte all'eccezionale difesa di Errani: la reazione è stata all'insegna della disperazione con tanto di racchetta lanciata.

A fine match grande soddisfazione di Sara: "Nel primo set lei non giocava tanto bene, io sono partita sicuramente meglio. Nel secondo ho accusato un po' di stanchezza, tanti game lottati. Comunque sono contenta di averla portata a casa. Cosa mi spinge a continuare a giocare? La passione che ho sempre per questo sport e che mi fa affrontare una partita dopo l'altra con lo stesso entusiasmo".

33 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views