1.106 CONDIVISIONI
ATP Finals Torino 2022: news sul torneo di tennis
20 Novembre 2022
21:10

Djokovic trema vistosamente, la scena si ripete alle ATP Finals: cosa gli succede

Anche nella finale delle ATP Finals vinta contro Ruud, Novak Djokovic in panchina ha fatto preoccupare i tifosi con un evidente tremolio.
A cura di Marco Beltrami
1.106 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
ATP Finals Torino 2022: news sul torneo di tennis

Novak Djokovic si è presentato alla finale delle ATP Finals di Torino poi vinta brillantemente contro Ruud, con una striscia di quattro tie-break di fila, gli ultimi tre vinti. Quando il gioco si fa duro, Nole si fa sempre trovare pronto: è riuscito ad avere la meglio nella battaglia contro Medvedev, ripetendosi poi contro Fritz. Non è passato inosservato però qualcosa di molto particolare nella fase finale del match contro il russo, che si è ripetuto poi nel primo parziale dell'ultimo atto contro il norvegese.

Quando le telecamere si sono soffermate su Novak Djokovic in panchina, impossibile non notare un vistoso tremolio. Contro Medvedev in un confronto molto duro e teso, si è vista la mano destra del campione serbo tremare vistosamente. Una situazione preoccupante che ha provocato l'immediata reazione dei tifosi: cosa c'era dietro quello che sembrava un vero e proprio spasmo, a cosa era dovuto?

Tutto riconducibile alla tensione del momento, o a principi di crampi magari? In realtà a minimizzare su quanto accaduto è stato proprio il diretto interessato che nell'intervista post-match ha tranquillizzato tutti chiarendo di non avere problemi fisici e di aver accusato solo nervosismo: "Nessun problema fisico ma solo stanchezza per la battaglia che stavo giocando. Ero solo nervoso e teso perché stavo affrontando uno dei giocatori migliori al mondo. Con lui è sempre una bella lotta".

Caso chiuso dunque? Non proprio visto che il tutto si è ripetuto in occasione delle finale delle ATP Finals contro Ruud e non dopo una lunga battaglia ma nel primo set. Stessa inquadratura e stessa situazione, con un tremolio alla mano destra. Probabilmente il tutto potrebbe essere legato alla tensione della finale, con la prospettiva di vincere il sesto titolo ed eguagliare Roger Federer (missione compiuta), anche se di certo Djokovic è abituato a certe situazioni. Quello che è certo è che ora il riposo dopo una stagione di grande stress fisico e mentale, arriva proprio al momento giusto.

Infatti lo stesso Novak prima della premiazione, nella classica intervista in campo ha ammesso di essere molto provato: "Sono stato impegnato tutto l'anno per vedere se potevo giocare o meno numerosi tornei, quindi è un grande sollievo e una soddisfazione finire l'anno in questo modo e ora potermi rilassare e avere un paio di settimane libere".

1.106 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni