1.573 CONDIVISIONI
Australian Open
28 Gennaio 2022
7:40

Berrettini si arrende ad uno straripante Nadal: Rafa vola in finale agli Australian Open

Niente da fare per Matteo Berrettini, sconfitto in 4 set da un super Rafa Nadal. Sfuma per l’azzurro il sogno della finale agli Australian Open, con lo spagnolo che affronterà Medvedev.
A cura di Marco Beltrami
1.573 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Australian Open

Matteo Berrettini è stato battuto da un Rafa Nadal in un match dai due volti. Quella che sembrava infatti una sfida a senso unico dopo i primi due set scivolati via rapidamente, si è riaccesa nel terzo grazie ad un ritrovato Berrettini. Alla fine il risultato della semifinale degli Australian Open è stato di 6-3, 6-2, 3-6, 6-3, con lo spagnolo che ora affronterà Medvedev, inseguendo il sogno del secondo titolo a Melbourne e del 21° Slam della sua carriera. Niente da fare invece per Matteo, che comunque può essere molto soddisfatto del suo percorso in questo torneo che gli ha permesso di diventare il primo italiano a centrare 3 semifinali in altrettanti Slam.

In avvio Berrettini è apparso molto contratto e meno brillante del solito, al cospetto di un Nadal perfettamente a suo agio e quasi perfetto. L’azzurro, forse condizionato anche dalle condizioni di gioco indoor (con il tetto dell'impianto chiuso a causa della pioggia), ha subito prestato il fianco al devastante pressing del mancino che ha strappato il break alla prima occasione senza concedere niente all’azzurro, soprattutto sui suoi turni in battuta, fino a chiudere 6-3.

Berrettini poco incisivo al servizio, non ha ottenuto quasi mai punti sulla seconda, e nonostante dei timidi segnali di ripresa nel finale del primo parziale, non è riuscito a trovare contromisure anche nel secondo parziale. In questa partita il divario tra i due si è ulteriormente allargato, con Rafa che è scappato via addirittura sul 4-0 grazie al doppio break. Insostenibile il ritmo imposto al match dallo spagnolo, con Matteo che a più riprese ha sfogato la sua frustrazione al suo angolo (“Non riesco a sentire la palla”). Il 6-2 finale è stato la fotografia perfetta della situazione.

Nel terzo set Berrettini è stato bravo a rimanere sempre in scia dell'avversario e consapevole di non aver più molto da perdere, ha iniziato a spingere con più decisione. Un atteggiamento che ha sorpreso Nadal, che in occasione delle prime palle break concesse si è lasciato strappare il servizio. 6-3 in favore dell'italiano che ha riaperto i giochi, con tanto di urlo liberatorio a chiedere anche il sostegno del pubblico. Nel quarto e decisivo parziale è stata battaglia, anche se alla fine l'esperienza di Nadal ha fatto la differenza. Qualche rimpianto per Matteo, per la gestione dell'ottavo game, quello in cui è arrivato il break decisivo ai fini del successo finale. Comunque più meriti di Rafa, che demeriti dell'azzurro oggi.

Matteo Berrettini torna a casa dunque con la soddisfazione di aver raggiunto la semifinale e con un premio di 700.048 euro. L'italiano che ha pagato anche la minor attitudine a disputare partite di questo tipo e peso specifico contro un gigante come Nadal, perde la possibilità di superarlo nel ranking ATP al 5° posto. Lunedì però guadagnerà comunque una posizione, diventando il sesto giocatore del mondo, grazie al sorpasso al russo Rublev.

.

1.573 CONDIVISIONI
110 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni