Ancora una volta Dominik Paris supera tutti, fa sognare l'Italia dello Sci, si impone e si candida per la vittoria finale della Coppa del Mondo, salendo in vetta alla classifica dopo 25 anni dai successi di Alberto Tomba. Paris, una delle grandi stelle dello Sci azzurro che lo scorso febbraio vinse l’oro Mondiale nel Super G, ha conquistato il suo secondo successo stagionale, il quinto a Bormio. Dominik ha dominato con 26/100 su Feuz e 73/100 su Kilde la libera maschile e tenendo anche alla sorpresa di giornata, lo svizzero Urs Kryenbuehl arrivato secondo a 8/100. Per il trentenne Carabiniere della Val d’Ultimo è arrivato anche il primo posto nella classifica generale di Coppa del Mondo con 449 punti, 68 più del norvegese Kristoffersen.

E’ stata un po’ una lotta con il vento, soprattutto nella parte bassa della pista. La sciata però ho capito da subito che non era male

Il bis dopo il successo del 27 dicembre

L'azzurro Dominik Paris aveva già vinto (per la quarta volta) la discesa libera di Coppa del Mondo di sci a Bormio lo scorso 27 dicembre, con il tempo di 1'49″56, precedendo di 39 centesimi lo svizzero Beat Feuz e di 42/100 l'austriaco Matthias Mayer. Con i punti guadagnati, Dominik Paris era salito prepotentemente al secondo nella classifica generale di Coppa del mondo, a -30 dal norvegese Kristoffersen primo in graduatoria.

Chi è Dominik, tra i più veloci di sempre

Nato a Merano ma originario di Ultimo, specialista delle gare veloci, carabiniere , ha esordito in Coppa Europa nel febbraio 2007 e con  18 vittorie all'attivo (compresa quella di oggi a Bormio), è il terzo sciatore italiano più vincente di sempre dietro Alberto Tomba e Gustav Thöni. Nel suo palmarès figurano la medaglia d'oro nel supergigante a Åre 2019 e una Coppa del Mondo nella stessa specialità. In carriera ha conquistato 36 podi (22 in discesa libera, 13 in supergigante, 1 in combinata). In totale, nel medagliere mondiale di Paris figurano 5 allori contando anche quelli Juniores. Una medaglia d'oro (supergigante a Åre 2019), una d'argento (discesa libera a Schladming 2013) e le tre ai Mondiali juniores, con 2 argenti (in discesa libera e  in combinata a Garmisch-Partenkirchen 2009) e una medaglia di bronzo (nel supergigante a Garmisch-Partenkirchen 2009)