Manila Flamini e Giorgio Minisini hanno vinto la medaglia d'argento nella disciplina del duo misto tecnico ai Mondiali di nuoto sincronizzato di Gwangju in Corea del Sud. La coppia italiana, campione del mondo in carica dopo lo splendido oro conquistato a Budapest sulle note di "Un urlo da Lampedusa", si è arresa ai russi Mayya Gurbanberdieva e Aleksandr Maltsev medaglia d'oro.

Mondiali di nuoto di Gwangju, Flamini e Minisini argento nel sincronizzato

Non è arrivato lo storico bis iridato della coppia italiana formata da Manila Flamini e Giorgio Minisini. La 31enne e il 23enne romani hanno vinto la medaglia d'argento nel duo misto tecnico ai Mondiali di nuoto sincronizzato di Gwangju. I due azzurri hanno ottenuto 90.8511 (27.5 per l'esecuzione, 27.4 per l'impressione artistica, 35.9511 per gli elementi), punteggio ottimo ma non sufficiente per battere i russi Mayya Gurbanberdieva e Aleksandr Maltsev, medaglia d'oro con 92.0749. Il bronzo va ai giapponesi Atsushi Abe e Yumi Adachi con 88.5113.

Per Flamini e Minisini non arriva il secondo oro consecutivo, vince la Russia

Flamini e Minisini che in occasione dei Mondiali di Budapest avevano conquistato l'oro, commuovendo tutti con una splendida interpretazione sulle note di "Un urlo da Lampedusa" (esibizione per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema dell'immigrazione) hanno messo in scena la storia di "Tritone" (ancora curata da Michele Braga con la coreografia di Anastasija Ermakova). Un'interpretazione che ha conquistato il pubblico, ma non totalmente i giudici che hanno premiato la coppia russa che si è presa la rivincita dopo il Mondiale 2017.

Gli altri risultati di giornata ai Mondiali di Russia 2019

Nelle altre gare di giornata, nono posto nella finale del trampolino 3 metri sincro per Elena Bertocchi e Chiara Pellacani. Le azzurre hanno ottenuto 274.74 punti migliorando il punteggio delle eliminatorie, ma non sono riuscite ad agguantare il sesto posto, ultimo buono per qualificarsi alle World Series. La medaglia d'oro mondiale è andata alle cinesi Shi e Wang con 342 punti, argento per le canadesi Abel-Citrini Beaulieu (311.10), bronzo per le messicane Espinosa Sanchez ed Hernandez Torres (294.90). Linda Cerruti, la ‘reginetta d'Europa' con 15 medaglie tra cui l'argento la scorsa estate a Glasgow, ha invece concluso i preliminari del libero ai mondiali di sincro in corso a Gwangju, in Corea del Sud, col sesto punteggio di 90.2333 (27.1 per l'esecuzione, 36.1333 per l'impressione artistica e 27 per la difficoltà), avvicinando il totale di 90.6 che due anni fa le consentì di piazzarsi a Budapest al quinto posto