Si conclude con un deludente 16° posto in gara il week end nero di Valentino Rossi nel GP di Doha. Il pilota Petronas partito dal fondo della griglia (penultimo) dopo la pessima qualifica, ha avuto ancora una volta difficoltà nel far rendere al massimo la sua Yamaha M1, la stessa con cui Fabio Quartararo ha invece vinto il GP. Il nove volte campione del mondo è finito addirittura fuori dalla zona punti chiudendo in sedicesima posizione non dando mai la sensazione di aver trovato il giusto feeling con la moto per tirare fuori quella velocità necessaria per risalire la china e il gruppo e rimettersi in lotta per le posizioni che contano.

Il Dottore ha quindi ammesso e analizzato la sua debacle al termine della gara rivelando che dopo le buone sensazioni nel warm-up si attendeva di essere molto più veloce in gara anche se, sapeva già di soffrire con le gomme soft: "Questo week end è stato davvero difficile e abbiamo fatto molta fatica. Mi aspettavo di più. Mi aspettavo di arrivare nei primi dieci – ha detto infatti Valentino Rossi ai microfoni di Sky Sport dopo il GP di Doha -. Sono partito discretamente, poi ho tenuto un buon passo ma non è bastato perché tutti vanno forti. Ho spinto fino alla fine ma pensavo di essere più veloce".

"È molto difficile perché c'è un gran livello – ha poi aggiunto – : noi venerdì e sabato abbiamo fatto grande fatica, poi abbiamo fatto delle piccole modifiche e oggi riuscivo a guidare meglio, ma qualcosa che non va c'è. Mi aspettavo di essere più avanti: nel gruppo di Franco Morbidelli che a sua volta si aspettava di essere più avanti. Qui – ha infine concluso il 42enne di Tavullia – si corre con le soft e io con le soft soffro. Soprattutto nella gestione del posteriore, anche se oggi è andata meglio. Ma questo vale per tutti. Le carte si possono mischiare molto in un'altra pista dove si utilizzano altre gomme".