A Jerez giornata memorabile per la Ducati che ha piazzato una splendida doppietta. Jack Miller ha vinto in modo autoritario e meritato, Pecco Bagnaia è arrivato invece secondo. Franco Morbidelli terzo. Grande Italia dunque a tutti i livelli. Ma il più felice di tutti è Bagnaia che ha dovuto rimandare ancora l'appuntamento con il primo successo in MotoGP, ma il torinese può sorridere perché da oggi è il leader del Campionato 2021. La costanza ha pagato lo scorso anno in una stagione molto equilibrata. Mir insegna. La continuità può essere un'arma, anzi l'arma vincente per Bagnaia, già sul podio tre volte in questo campionato.

La continuità di Pecco Bagnaia, leader del Mondiale

Nel giorno di Pasqua con un gran finale Bagnaia conquistò uno splendido terzo posto, il primo podio di una stagione che sta diventando esaltante. Poi sette giorni dopo sempre in Qatar non riuscì a ripetersi, chiudendo però sesto. Risultato che in un'ottica di campionato equilibrato è positivo. Poi il torinese si è piazzato secondo nel Gp di Portimao e lo stesso risultato lo ha ottenuto a Jerez, alle spalle di Jack Miller, che ha vinto sì una gara ma non aveva brillato nei primi tre appuntamenti.

La classifica del Mondiale MotoGP dopo Jerez

Il campionato è lunghissimo, la classifica è corta, ma è già un bel traguardo questo per Bagnaia che ha due punti di vantaggio su Fabio Quartararo e sedici su Maverick Vinales. Quarto è Joan Mir, il campione in carica. Con il podio di Jerez Morbidelli è salito all'ottavo posto.

1) Francesco Bagnaia 66; 2) Fabio Quartararo 64; 3) Maverick Vinales 50; 4) Joan Mir 49; 5) Johann Zarco 48; 6) Jack Miller 39; 7) Aleix Espargaro 35; 8) Franco Morbidelli 33; 9) Alex Rins 23; 10) Brad Binder 21.