Nelle prove del sabato mattino della MotoGP è stato sfortunato protagonista Fabio Quartararo. Il francese, leader del Mondiale, è caduto malamente ed è stato trasportato al centro medico, dove ha effettuato delle radiografie che hanno escluso fratture.

L'incidente di Fabio Quartararo

Momenti di grande paura nel corso della terza sessione di prove libere del Gran Premio di Aragon, dove il leader del Mondiale il francese Fabio Quartararo ha perso il controllo della sua M1, e dopo essere transitato sul cordolo è caduto alla curva 14. Il pilota della Yamaha Petronas è stato sbalzato in aria ed è ricaduto in modo pesante davanti la sua moto, forte l'impatto che ha avuto sul fianco di sinistro. Fortunatamente c'era un'ampia via di fuga che ha permesso al pilota di finire nella ghiaia e ai ‘marshall' del circuito di arrivare veloci. Il transalpino si è rialzato da solo seppur zoppicante ed è stato portato in barella al centro medico per i controlli necessari.

C'era preoccupazione sia perché il pilota ha sbattuto con violenza sul fianco sinistro sia perché quando si è rialzato zoppicava e si è dovuto adagiare su di una barella. Le prime notizie giunte dal centro medico del circuito sono state rassicuranti. Le radiografie hanno escluso fratture. Quartararo dolorante e con le stampelle è tornato ai box. Non sarà al cento percento ma è pronto a tornare in pista e anche in condizioni fisiche non ottimali cercherà di conquistare la prima fila.

Il pilota della Yamaha è l'unico ad aver vinto finora più di una gara in questa stagione strana della MotoGP. Ma nonostante i tre successi Quartararo ha un vantaggio minimo sui suoi più diretti inseguitori che sono lo spagnolo Mir, molto costante ma ancora senza successi, Andrea Dovizioso e l'altro spagnolo Maverick Vinales. Ma in questo campionato sono comunque tanti i piloti che possono vincere e infilando un filotto totalmente sei o sette piloti hanno la chance, ancora, di insidiare Quartararo.