La attendevano tutti non solo Hamilton la 91esima vittoria in Formula 1 di Lewis. Il momento giusto sembrava dovesse arrivare già a Sochi, ma una doppia penalità ha messo fuori causa l'inglese che invece ha ottenuto il settimo successo stagionale e il 91° in carriera al Nurburgring. Un trionfo speciale questo. Lo sarebbe stato a prescindere. Perché il pilota della Mercedes sta riscrivendo la storia della Formula 1. Il successo è ulteriormente bello perché è stato ottenuto in Germania, in uno dei circuiti dove Michael Schumacher ha scritto pagine memorabile della Formula 1. Hamilton ha raggiunto Schumacher, entrambi hanno vinto 91 gare in Formula 1.

91 vittorie, Hamilton raggiunge Schumacher

Voleva vincere, voleva farlo con forza e lo si è capito subito, da come ha battagliato al via con Bottas. Un duello senza esclusione di colpi, in cui in realtà il finlandese ha prevalso. Ma quella battaglia ha fatto capire a Bottas che sarebbe stata dura, Valtteri ha forzato tanto e ha sbagliato, Hamilton ne ha approfittato e ha cercato di controllare Verstappen, pur sentendo spesso i soliti fantasmi e dovendo superare indenne una ripartenza con la Safety Car. Così Lewis ha finalmente ha eguagliato Schumacher. E in una sorta di circolo ristretto che riguarda solo pochissimi campioni il traguardo lo ha ottenuto al Nurburgring, che è pure casa Mercedes, lì dove partì la storia delle Frecce d'Argento.

Il record di Lewis anche nel segno di Niki Lauda

Avrà ovviamente pensato tanto in queste settimane e in questi giorni a Michael Schumacher, ma Lewis Hamilton ha senz'altro pensato tanto pure a Niki Lauda, il mito, che è stato il suo mentore. Lo ha portato alla Mercedes, lo ha aiutato tanto in passato, e spesso il 35enne pilota inglese lo ha voluto ricordare e omaggiare dopo la sua morte. E il Nurburgring è sempre indissolubilmente legato a Lauda, e da oggi pure a Hamilton.