L'unità veicoli commerciali della Volkswagen ha emesso un richiamo globale per circa 30mila trasportatori che utilizzano diesel T5 e T6, perché le emissioni diesel in condizioni di prova erano troppo elevate. Il richiamo dei furgoni è già iniziato lo scorso novembre.

La Volkswagen richiama 30mila furgoni per emissioni diesel

Un portavoce della Volkswagen ha confermato che l'azienda tedesca ha emesso un richiamo globale per circa 30mila trasportatori che utilizzano diesel T5 e T6 perché le emissioni in condizioni di prova erano troppo elevate. L'azienda ha notificato alle autorità il problema e ha iniziato il richiamo già due mesi fa. Le unità di controllo della trasmissione dei furgoni vanno aggiornate. La Volkswagen ha voluto precisare che i veicoli non sono dotati di dispositivi illegali per ridurre le emissioni dei motori diesel.

Perché la Wolkswagen ha richiamato 30 mila veicoli

La società tedesca ha notificato il richiamo ai suoi concessionari e ai suoi clienti. Il problema riguarda 8.700 veicoli solo in Germania, secondo quanto riferisce l'Autorità Federale per il Trasporto dei Veicoli a Motore. La Kba ha dichiarato che le emissioni di ossidi di azoto dei furgoni superano i limiti legali consentiti dalle norme Euro 5. Il richiamo riguarda i modelli T5 e T6 costruiti tra il 2009 e il 2016. Questi furgoni hanno superato gli standard di emissione durante le prove a una velocità di marcia compresa tra i 100 e i 120 chilometri orari. Questi furgoni a quelle velocità passavano automaticamente dalla quinta alla settima marcia, saltando la sesta.