Johann Zarco, 29 anni / Getty
in foto: Johann Zarco, 29 anni / Getty

L’annuncio dell’ingaggio di Johann Zarco in Avintia Ducati arriva dai social, direttamente dal canale Instagram dello stesso Zarco, anticipando di diversi minuti il comunicato ufficiale che curiosamente tardava ad arrivare. Dopo l’intervista della scorsa settimana ad un magazine francese in cui aveva rivelato di aver già firmato il contratto, il francese ha voluto anticipare ancora una volta l’annuncio della squadra spagnola con cui correrà nel 2020.

Zarco anticipa Ducati Avintia

Zarco si geolocalizza in fabbrica a Borgo Panigale e su Instagram scrive: “Sono molto lieto di annunciare la mia firma con Ducati per la stagione 2020 nella categoria MotoGP con il team Avintia Racing”. A corredo della “sua” ufficialità, anche qualche informazione sulle condizioni della caviglia infortunata nel brutto incidente di cui era stato vittima a Valencia, quando era stato letteralmente falciato dalla KTM dell’esordiente Iker Lecuona: “La mia caviglia sinistra si sta riprendendo bene e ora posso godermi il riposo invernale con la mia famiglia. Tornerò ad allenarmi molto presto”.

Il comunicato Avintia dopo circa mezz'ora

Come detto, circa trenta minuti dopo il suo post, è arrivato il comunicato ufficiale del team Avintia che, oltre all’ufficialità del contratto, sottolinea il maggiore impegno che da Borgo Panigale verrà messo a disposizione di Zarco e del suo compagno di squadra Tito Rabat. “Il team Avintia accoglie due ingegneri di pista e due tecnici elettronici di Ducati Corse che seguiranno l’attività dei due piloti in sella alla Desmosedici GP19 nella prossima stagione – si legge nella nota – . Zarco, due volte campione del mondo Moto2, ha firmato un contratto di un anno direttamente con Ducati per la prossima stagione e sarà in pista per la prima volta nei test invernali previsti a Sepang dal 7 al 9 febbraio”.

“L’arrivo di un grande pilota come Zarco nel nostro team è stato favorito dalla Ducati – ha commentato Raul Romero, numero uno del team – e fa parte dell’ulteriore sforzo di crescita dopo il prolungamento del nostro contratto con la stessa Ducati che farà fare alla squadra un salto di qualità in termini di materiali, trasformando il nostro team clienti in una squadra satellite e consentendoci di dimostrare in pista il grande impegno profuso in questi ultimi anni. Ci auguriamo di poter vedere Johann e Tito assiduamente nella top ten, facendo diventare il team Avintia un riferimento in MotoGP”.