Il week end nero di Valentino Rossi nel GP di Doha si è chiuso come peggio non poteva. Dopo la peggior qualifica della carriera (penultimo), il nove volte campione del mondo ha concluso la seconda tre-giorni stagionale sul circuito di Losail terminando la gara in 16ª posizione, arrivando al traguardo fuori dalla zona punti per la prima volta nella sua lunghissima carriera in MotoGP.

Il pilota Yamaha infatti, prima di oggi, non aveva mai concluso una gara della classe regina tagliando il traguardo oltre la quindicesima posizione, senza portare a casa dunque neanche un punto per la classifica iridata. Nelle uniche due volte in cui il 42enne di Tavullia figura ufficialmente posizionato oltre la quindicesima posizione (19° nel GP d'Argentina 2018 e 18° GP della Malesia 2018) difatti non aveva tagliato il traguardo perché caduto all'ultimo giro quando, in entrambe le occasioni, si trovava abbondantemente in zona punti. Mentre nelle altre gare in cui non ha segnato punti iridati o è caduto o si è dovuto fermare per problemi tecnici alla sua moto.

Alla luce di ciò il GP di Doha, secondo round del Mondiale 2021, è ad oggi la peggior gara di sempre di Valentino Rossi in MotoGP in termini di risultato finale. Un pessimo risultato che ha sorpreso anche lui dato che nel post-corsa ha ammesso che, nonostante il venerdì e il sabato neri passati sul circuito di Losail, in gara si aspettava molto di più: "Mi aspettavo di essere più veloce, mi aspettavo di arrivare tra i primi dieci" le sue parole dopo il traguardo. Nemmeno lui evidentemente credeva possibile che dopo 356 gran premi nella classe regina del Motomondiale (tra 500cc e MotoGP) potesse tagliare il traguardo fuori dalla Top-15 e con zero punti in cascina.