Carlos Sainz nel 2021 affiancherà Charles Leclerc. La Ferrari ha dato l’annuncio la scorsa settimana, dopo aver ufficializzato la separazione a fine stagione con Sebastian Vettel. Gli appassionati ora conoscono molto meglio il giovane pilota spagnolo che secondo il papà, che è un mito del Motorsport, sorprenderà tutti quando diventerà a tutti gli effetti un ferrarista. In un’intervista il pilota, che correrà il prossimo campionato con la McLaren, ha svelato che la trattativa per il suo passaggio alla Rossa di Maranello si è svolta durante la quarantena.

La trattativa con la Ferrari fatta durante la quarantena

Intervistato da ‘Vamos Sobre Rueda’, una rubrica dedicata ai motori del canale tv spagnolo ‘Vamos’, Sainz ha parlato della trattativa con la Ferrari, che ha svolto da casa sua. Un incontro vis a vis non poteva esserci, per il lockdown, e a distanza le parti hanno trovato l’accordo:

Sono state settimane molto particolari, fare una trattativa senza mai vedersi è una cosa strana. Ero in casa con mio padre e in costante contatto con il mio agente e alla fine ce la siamo cavata abbastanza bene.

Voglio chiudere bene con la McLaren

Sainz realizzerà il suo sogno nel 2021, ma quando la stagione partirà, forse in Austria il 5 luglio, lo spagnolo guiderà ancora la McLaren. E con lo storico team inglese vuole disputare una bella stagione. Lo spagnolo ha bisogno di confermarsi sui livelli dello scorso anno, chiuse sesto nella Classifica Piloti, è stato il primo degli altri:

Se è arrivata l'offerta della Ferrari devo ringraziare la McLaren e tutto il team per ciò che hanno fatto per me, non vedo l'ora di vederli di persona per ringraziarli. Ho voglia di tornare a Woking e ricominciare a lavorare. Pensavo che dopo il mio annuncio qualcuno potesse rimanerci male e invece ho ricevuto tanti messaggi di affetto e di stima e voglio ripagare tutto questo in pista. So che qui in Spagna già stanno pensando al 2021 per vedermi al volante della Ferrari a lottare per podi e vittorie. Ma ora quello che voglio fare è mettere per un attimo la Ferrari nel cassetto e pensare solo alla McLaren.

La sfida a Fernando Alonso

Il mentore di Sainz è Fernando Alonso che sembra in predicato di tornare in pista, il due volte campione del mondo potrebbe tornare per la terza volta alla Renault. Saint non vede l’ora di ritrovarlo in pista:

Sarebbe fantastico poterlo affrontare da avversario. Dico sempre che la F1 è per i piloti migliori al mondo, e Fernando è uno di questi.