È stata una giornata a metà per la Ferrari che nel Gran Premio in Portogallo riesce a correre una gara buona solo con Leclerc. Con il quarto posto del francese e la decima posizione di Vettel, non c'è comunque da essere felici. E neanche da restar sereni per il futuro nonostante le macchine siano totalmente uguali. Infatti, se per il francese si può parlare quantomeno di prova esaltante, l'ennesima di questo Mondiale, di certo non si piò dire lo stesso per quanto concerne il pilota tedesco che, ormai pronto a lasciare la Rossa il prossimo anno, sembra stia guidando quasi rassegnato e senza troppi stimoli.

Una condizione che non sta facendo felici i vertici della Ferrari che hanno inevitabilmente notato questo comportamento di Vettel. E di certo non fa piacere. Al termine della gara, ai microfoni di Sky Sport, Mattia Binotto, team principale della Ferrari, ha bacchettato il tedesco che poco prima aveva anche lamentato difficoltà nella guida della sua SF1000.

Binotto bacchetta Vettel per il decimo posto in Portogallo

“Le macchine sono assolutamente identiche, non c’è dubbio – ha dichiarato Mattia Binotto al termine della gara – Spero che Vettel possa fare una buona qualifica ad Imola, partire più avanti e far valere di più la sua capacità di guida indiscutibile. Leclerc sicuramente è molto bravo, ma ci si aspetta di più da un secondo pilota".

Una vera e propria strigliata al tedesco che secondo Binotto non starebbe guidando ai livelli a cui ci aveva abituato fino a poco tempo fa. Nel post GP del Portogallo, il team principal della Ferrari, ha infatti evidenziato invece ancora una volta la grande prova di Leclerc con il suo quarto posto che ha reso, nei limiti del possibile, meno amaro l'esito della gara in Portogallo.