È stata d'argento l'ultima medaglia conquistata dall'Italia del nuoto agli Europei in vasca corta di Glasgow. L'hanno ottenuta le ragazze della staffetta mista, chiudendo così una giornata che ha visto i nostri atleti protagonisti con Martina Carraro (bronzo neo 200 rana), Alessandro Miressi (100 stile libero), Elena Di Liddo (argento nei 100 metri farfalla) e l'exploit di Simona Quadarella (oro nei 400 stile libero). Nel complesso sono 20 i trofei conquistati in Scozia, nella rassegna continentale sui 25 metri: 6 ori, 7 argenti, 7 bronzi. Un bottino che piazza la spedizione tricolore alle spalle della Russia (22) e davanti all'Olanda (più staccata a quota 10).

L'argento nella staffetta mista femminile è l'ultimo acuto

Una medaglia d'oro persa per un soffio, per un'incertezza in vasca, per un cambio non perfetto di testimone. Le azzurre della staffetta mista (quattro specialità) l'hanno persa sulla lunghezza dei 50 metri, chiudendo al secondo posto nella finalissima. Solo un argento, che rappresenta comunque un ottimo risultato ottenuto agli Europei di Glasgow. Silvia Scalia, Benedetta Pilato, Elena Di Liddo e Silvia Di Pietro hanno fatto registrare un tempo complessivo di 1'44″92 stabilendo il nuovo record italiano, cedendo il passo (e il gradino più alto del podio) alla Polonia (oro in 1'44″85). La medaglia di bronzo è andata alla Russia (1'44″96).

Bronzo sfiorato nella staffetta mista maschile, solo quarta

Niente podio e finale con una punta d'amarezza per l'Italia che invece puntava a vincere la medaglia. Gli azzurri hanno chiuso al quarto posto la finale maschile della staffetta mista (quattro specialità) sulla lunghezza dei 50 metri. Simone Sabbioni, Fabio Scozzoli, Piero Codia e Alessandro Miressi hanno registrato un tempo complessivo di 1'32″51. Medaglia d'oro al collo della Russia, argento all'Ungheria, bronzo alla Bielorussia.