2.076 CONDIVISIONI
Giro d'Italia 2023
26 Maggio 2023
17:49

Vuole apparire in TV ma non si accorge dei ciclisti: al Giro d’Italia va in scena la follia

Imprevisti al Giro d’Italia e disastro sfiorato a causa di alcuni tifosi indisciplinati. Fortunatamente i ciclisti sono riusciti ad evitare l’impatto.
A cura di Marco Beltrami
2.076 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Giro d'Italia 2023

La 19a tappa del Giro d'Italia Longarone – Tre Cime di Lavaredo era anche la più attesa. Un appuntamento decisivo per le sorti della 106a edizione della Corsa in rosa, il classico tappone dolomitico, vero e proprio "fiore all'occhiello" della gara. Nessun particolare stravolgimento di classifica dopo il trionfo di Buitrago protagonista di giornata, con Thomas sempre più leader e appuntamento rimandato al penultimo atto che decreterà di fatto il vincitore. Gli spettatori presenti lungo il suggestivo percorso si sono goduti lo spettacolo sfidando il freddo e anche il maltempo, anche se qualcuno ha esagerato, rischiando di provocare danni seri.

Nel tratto finale della tappa, quello più duro e contraddistinto da una pendenza del 12% con punte del 18% tifosi e appassionati si sono posizionati come sempre ai lati della strada. Non sono mancate le scene suggestive, come quella dell'uomo che ha seguito i corridori con quella che è sembrata una volpe impagliata. Sorrisi, ma anche rabbia e delusione per il rischio corso dalla carovana. Infatti non sono mancati anche brutti episodi che avrebbero potuto avere conseguenze molto gravi per i ciclisti.

Alcuni tifosi hanno letteralmente invaso la strada mettendo a repentaglio la salute degli atleti già provati dalle difficoltà del tracciato. Un uomo nel tentativo di essere immortalato dalle telecamere ha dato le spalle al gruppo maglia rosa, guardando la telecamere che lo precedevano nell'auto dedicata. Non si è accorto così dell'arrivo dei ciclisti e in primis di Mattia Bais, che è riuscito a scansarlo proprio all'ultimo secondo. L'espressione dell'atleta italiano, è stata tutta un programma con il volto a tradire tutto il proprio disappunto.

Una brutta scena figlia dell'incoscienza che però non è rimasta isolata. Immediatamente dopo ecco che una ragazza alle prese con un telefono per il classico selfie e una signora voltata verso la telecamera hanno messo nuovamente a rischio l'incolumità degli atleti che stavano arrivando.

Purtroppo non è la prima volta che si verificano queste situazioni che rischiano di rovinare lo spettacolo del Giro e soprattutto provocare cadute e di conseguenza infortuni in un'edizione contraddistinta già da tantissimi fuori programma. Dopo la piaga degli smartphone sporgenti sul traguardo, ecco un altro problema che in realtà si ripropone ad ogni competizione del genere. E chissà che in futuro non vengano presi provvedimenti drastici limitando la presenza del pubblico. Un peccato, ma potrebbe essere necessario per colpa di alcuni appassionati indisciplinati.

2.076 CONDIVISIONI
140 contenuti su questa storia
Finisce il suo primo Giro d'Italia e dopo l'arrivo le chiede di sposarlo: la reazione è sorprendente
Finisce il suo primo Giro d'Italia e dopo l'arrivo le chiede di sposarlo: la reazione è sorprendente
Thomas tira la volata a Cavendish al Giro d'Italia, ma non doveva farlo: è la potenza dell'amicizia
Thomas tira la volata a Cavendish al Giro d'Italia, ma non doveva farlo: è la potenza dell'amicizia
Primoz Roglic di nome e di fatto, il trionfo al Giro per un 2023 perfetto: dove corre, vince sempre
Primoz Roglic di nome e di fatto, il trionfo al Giro per un 2023 perfetto: dove corre, vince sempre
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni