7 Luglio 2021
17:37

Van Aert domina e vince l’11a tappa del Tour de France: secondo Elissonde e terzo Mollema

Van Aert vince e domina l’11a tappa del Tour de France 2021, la Sorgues-Malaucène, di 198,9 chilometri e festeggia la sua quarta affermazione in carriera alla Grande Boucle. Elissonde e Mollema concludono in seconda e terza posizione e tagliano il traguardo a 1’14”. Prime difficoltà in questo Tour per Pogacar.
A cura di Fabrizio Rinelli

Van Aert vince l'11a tappa del Tour de France 2021: la Sorgues-Malaucène, di 198,9 chilometri. Elissonde e Mollema concludono in seconda e terza posizione e tagliano il traguardo a 1’14”. Una tappa contrassegnata anche dall'ennesima caduta di Tony Martin che ha ricevuto diverse medicazioni prima di salire sull’ambulanza per ritirarsi definitivamente da questo Tour. Van Aert è sembrato subito sicuro della vittoria avendo preso un ampio margine su Mollema, Vingegaard e Jaune. Van Aert si è dovuto gestire ma la pedalata del belga è stata a dir poco efficace tanto da portarsi al comando a 15 km dal traguardo con 1’15” su Mollema-Elissonde, 1’27” su Vingegaard, 2’03” su Pogacar, Uran e Carapaz.

In grande difficoltà, in salita, la stessa maglia gialla, Pogacar, che a meno di 15 km dall'arrivo ha dovuto recuperare 36″ ad uno scatenato Vingegaard che ha sorpreso tutti in questa tappa. Non una bocciatura per Pogacar, ma chiaramente non è stato brillante come sulle Alpi. Quello della Sorgues-Malaucène è stato il primo momento di difficoltà del suo Tour, trovandosi di fronte un corridore che andava più forte di lui. D'altro canto la giornata odierna del Tour de France ha potuto soprattutto apprezzare la performance di Van Aert che ha dimostrato grande condizione e carattere senza mettere mai in discussione la leadership di questa tappa. "Non ho parole, ci credevo dopo essere andato in fuga fin da subito – ha detto Van Aert dopo la conquista della tappa – Questa è la mia miglior vittoria di sempre e sono orgoglioso di quello che ho fatto oggi".

Dopo la conquista della tappa da parte dello stesso ciclista belga, che ha completamente dominato, al quarto posto si è poi piazzato invece Pogacar a 1’40” davanti a Uran, Carapaz e Vingegaard. Pogacar, dopo le difficoltà dimostrate in gara, è riuscito comunque a mantenere la maglia gialla ma quello di oggi è stato il suo primo vero cedimento in questo Tour de France.

La classifica generale dopo l'11a tappa: Pogacar sempre maglia gialla

1 Tadej Pogacar 1 UAE TEAM EMIRATES 43h 44′ 38” – B : 16” –
2 Rigoberto Uran 111 EF EDUCATION – NIPPO 43h 49′ 56” + 00h 05′ 18” – –
3 Jonas Vingegaard 18 JUMBO – VISMA 43h 50′ 10” + 00h 05′ 32” – –
4 Richard Carapaz 22 INEOS GRENADIERS 43h 50′ 11” + 00h 05′ 33” – –
5 Ben O'Connor 124 AG2R CITROEN TEAM 43h 50′ 36” + 00h 05′ 58” B : 10” –
6 Wilco Kelderman 73 BORA – HANSGROHE 43h 50′ 54” + 00h 06′ 16” – –
7 Alexey Lutsenko 188 ASTANA – PREMIER TECH 43h 51′ 08” + 00h 06′ 30” – –
8 Enric Mas 65 MOVISTAR TEAM 43h 51′ 49” + 00h 07′ 11” – –
9 Guillaume Martin 91 COFIDIS 43h 54′ 07” + 00h 09′ 29” – –
10 Peio Bilbao 162 BAHRAIN VICTORIOUS 43h 55′ 06” + 00h 10′ 28” – –

Alla Vuelta come al Tour: il folle selfie di uno spettatore a bordo strada
Alla Vuelta come al Tour: il folle selfie di uno spettatore a bordo strada
Marco Radaelli è campione del mondo Juniores nel BMX: primo storico trionfo per l'Italia
Marco Radaelli è campione del mondo Juniores nel BMX: primo storico trionfo per l'Italia
Paura per Dumoulin, investito da un’auto in allenamento: necessaria l’operazione
Paura per Dumoulin, investito da un’auto in allenamento: necessaria l’operazione
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni