343 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Giro d'Italia 2024

Cavendish vince l’ultima tappa del Giro 2023 nel giorno di Roglic: brutta caduta in volata

Mark Cavendish sul traguardo di Roma vince l’ultima tappa del Giro d’Italia 2023 conquistato da Roglic: il 38enne sorprende tutti in una volata in cui è andata in scena anche una bruttissima caduta che ha visto Ackermann finire contro i cartelloni pubblicitari.
A cura di Michele Mazzeo
343 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Il Giro d'Italia 2023 si conclude con la vittoria in volata dell'eterno Mark Cavendish nell'ultima tappa. Ad aggiudicarsi la corsa è Primož Roglič che si era assicurato la maglia rosa nell'ultima crono andata in scena al sabato. A prendersi la scena sul traguardo di Roma dopo una frazione "passerella" è stato però il 38enne britannico che, mostrando ancora una spunto velocissimo a dispetto dell'età, ha regolato gli avversari aggiudicandosi il successo di tappa (il 17° per lui in carriera) in quella che sarà la sua ultima apparizione al Giro d'Italia e tornando così alla vittoria nella Corsa Rosa a distanza di 15 anni e 15 giorni dall'ultima volta.

Una volata in cui Cavendish ha regolato Alex Kirsch, Filippo Fiorelli, Alberto Dainese ed Alexander Krieger e che ha regalato anche dei colpi di scena con i velocisti ancora presenti in gruppo che hanno dato vita ad un'aspra battaglia finita anche con una bruttissima caduta. Ad avere la peggio in quest'ultimo arrivo dell'edizione 106 del Giro d'Italia è stato il tedesco del Team UAE Emirates Pascal Ackermann che nel tentativo di superare gli avversari all'interno è andato a contatto con uno di essi finendo violentemente contro i cartelloni posti a lato della strada e rischiando inoltre di essere travolto da tutti gli altri ciclisti che accorrevano a gran velocità alle sue spalle nel tentativo di andare a battagliare negli ultimi metri con Cavendish che a quel punto aveva già messo le sue ruote davanti a tutti.

Immagine

Una bruttissima caduta per il corridore teutonico dalla quale però non sembra aver riportato conseguenze gravi dato che poco dopo si è rialzato, e seppur visibilmente indolenzito e zoppicante, è riuscito a raggiungere sulle sue gambe il motorhome della sua squadra. Per fortuna dunque nessuna brutta notizia a fare da contraltare alla gioia del vincitore di tappa Mark Cavendish e soprattutto a quella dello sloveno Primož Roglič che si è aggiudicato così il suo primo Giro d'Italia in carriera ed ha ricevuto l'ambitissimo trofeo dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

343 CONDIVISIONI
201 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views