10 Gennaio 2022
21:21

A 60 all’ora in discesa contro un cinghiale: paura per Formolo, gregario di Pogacar

L’incidente ha coinvolto il veronese della UAE Emirates lo scorso 3 gennaio durante la discesa del Col de la Turbie, vicino a Monaco: “Spero di non avere fratture”
A cura di Alessio Pediglieri
Davide Formolo impegnato al Tour de France 2021
Davide Formolo impegnato al Tour de France 2021

Scontrarsi improvvisamente con un cinghiale su una strada in discesa mentre corri in bici a 60 chilometri orari. E riuscire a non farsi quasi nulla. L'incidente è accaduto a Davide Formolo, ciclista italiano che corre per la UAE Emirates che è scampato al pericolo e lo ha potuto raccontare nei giorni successivi, sorridendoci sopra anche attraverso i suoi profili social.

"Un cinghiale voleva mangiarmi" ha scritto sul proprio profilo Instagram ironizzando sull'accaduto. "Era un tranquillo lunedì mattina fino quando un cinghiale non ha preso di mira la mia ruota anteriore. Ma come ben sapete la ROCCIA è veramente DURA da MASTICARE e il 53×11 fa VELOCITÀ per fuggire se si ha una gamba come la mia. TRANQUILLI CHE SONO VIVO".

Il 29enne ciclista veronese già campione nazionale nel 2019 ha avuto il malaugurato ‘appuntamento' lo scorso 3 gennaio mentre si allenava sulle strade vicino casa. Mentre stava scendendo in discesa dal Col de la Turbie, appena sopra Monaco, tradizionale meta dei corridori della zona, a circa 60 chilometri orari, un cucciolo di cinghiale è sbucato fuori e gli ha tagliato la strada.

Fortunatamente non è accaduto nulla di grave. "Mi sono ritrovato improvvisamente a terra" ha spiegato Formolo, "non ho potuto farci nulla e ha sbattuto la testa sulla mia ruota anteriore". Tanto spavento e nulla più, al momento. "Mi fa male ancora il polso destro ma non possiamo sapere se ci sono fratture. Ci vogliono almeno dieci giorni per capire con tutti gli ossicini che abbiamo nella mano".

Un'attesa che è nulla davanti al reale rischio di finire molto peggio lungo l'asfalto e per Formolo il peggio è comunque passato. Il veronese, nell'ultimo Tour de France ha contribuito in prima persona al successo del suo capitano, Tadej Pogacar che si è imposto in classifica generale facendo trionfare i colori della UAE Emirates.

Formolo ci crede ma arriva solo 3°: Bouwman beffa tutti e vince la 7a tappa del Giro
Formolo ci crede ma arriva solo 3°: Bouwman beffa tutti e vince la 7a tappa del Giro
Paura al Giro, tremenda caduta in discesa: dritto in curva, Tesfatsion rischia lo schianto col muro
Paura al Giro, tremenda caduta in discesa: dritto in curva, Tesfatsion rischia lo schianto col muro
Il Sassuolo mette paura alla Juve, Dybala e Kean firmano la rimonta: Allegri ora vede il terzo posto
Il Sassuolo mette paura alla Juve, Dybala e Kean firmano la rimonta: Allegri ora vede il terzo posto
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni