La Fiorentina batte 2-0 la Lazio e frena la corsa Champions dei biancocelesti. La squadra di Iachini ha chiuso il primo tempo in vantaggio con un gol di Vlahovic servito da Biraghi poi nella ripresa ancora il serbo realizzata la sua doppietta con un calcio di testa vincente sugli sviluppi di un calcio d'angolo di Pulgar. I tre punti della viola valgono oro per la salvezza.

La Fiorentina chiude in vantaggio il primo tempo

La Fiorentina ha iniziato bene la partita, convinta di poter mettere alle corde una Lazio che per nel primo tempo ha dovuto fare i conti con la sfortuna. I biancocelesti hanno atteso il gioco della squadra di Iachini per provare con la fantasia dei propri giocatori più tecnici, a mettere in difficoltà gli avversari. Immobile soprattutto è stato protagonista di due occasioni pericolose. La prima, su assist di Radu, si è stampata sul palo, mentre la seconda è stato neutralizzata da Dragowski.

Lo stesso portiere polacco è stato protagonista poi di un primo miracolo su Correa che in area di rigore si è visto parare con una manata il suo tiro diretto in porta e poi ha chiuso lo specchio a Milinkovic-Savic che con un colpo di testa incredibile aveva mirato l'angolino basso alla destra dell'estremo difensore della viola. Ma proprio nel momento migliore della Lazio, Castrovilli vince un contrasto a sinistra con la difesa della Lazio e smarca Biraghi che serve il più facile degli assist in area a Vlahovic che mette la palla in rete e segna soprattutto il suo 20° gol stagionale con la maglia viola. I primi 45′ si chiudono con il punteggio di 1-0 per la Fiorentina.

Nel secondo tempo la Lazio tenta di riprendere la partita

Nella ripresa la Lazio prova ad attaccare la Fiorentina sugli esterni sfruttando la velocità di Lazzari ma né Immobile e né Correa riescono a costruire azioni pericolose che potessero mettere in difficoltà la viola. E così è proprio la Fiorentina ad andare vicina al raddoppio con un colpo di testa di Pezzella finito di poco a lato su ennesimo cross di Biraghi. Non contenta, la squadra di Iachini, va ancora una volta vicina al gol del 2-0 sempre con Vlahovic, scatenato anche questa sera, che si crea una bella azione individuale entrando in area e spostando palla sul sinistro.

Il suo tiro viene però respinto da Reina. La Lazio accusa il colpo e il nervosismo prende il sopravvento. Luiz Felipe, appena entrato, falcia con un brutto fallo Ribery. Sul conseguente calcio di punizione Caceres arriva il tiro ma la sua conclusione finisce fuori. Nel finale però è ancora Vlahovic che con un colpo di testa vincente, sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Pulgar, a mettere in rete la palla che vale il 2-0 e 3 punti pesantissimi per la salvezza della viola. I biancocelesti finiscono poi in 10 la partita dopo l'espulsione di Pereira e subiscono una forte battuta d'arresto in chiave Champions League.