441 CONDIVISIONI
14 Giugno 2022
9:06

Tacconi lascia l’ospedale, il figlio Andrea: “Sta vincendo la partita più importante della su vita”

L’ex portiere di Avellino, Juventus e Nazionale lascia l’ospedale per trasferirsi in un centro riabilitativo. Le parole del figlio Andrea condivise sui social raccontano i progressi di papà Stefano nel lungo percorso intrapreso.
A cura di Maurizio De Santis
441 CONDIVISIONI
Andrea, figlio di Stefano Tacconi, annuncia che l’ex calciatore di Avellino, Juventus e Nazionale lascia l’ospedale di Alessandria. Inizia una nuova fase con il percorso di riabilitazione.
Andrea, figlio di Stefano Tacconi, annuncia che l’ex calciatore di Avellino, Juventus e Nazionale lascia l’ospedale di Alessandria. Inizia una nuova fase con il percorso di riabilitazione.

Il messaggio che fa da luce in fondo al tunnel lo scrive Andrea, figlio di Stefano Tacconi. È stato lui che finora ha tenuto aggiornati tifosi e appassionati di calcio sulle condizioni dell'ex portiere di Avellino, Juventus e Nazionale. Ha raccontato tutto, dai momenti più brutti (quando il malore improvviso del genitore ha generato angoscia) a quelli in cui un sospiro di sollievo ha accompagnato i progressi incoraggianti (il saluto abbozzato a penna su un foglio). "Se non ci fosse stato lui – spiegò Laura Speranza, moglie dell'ex giocatore – forse oggi Stefano non sarebbe più con noi". E adesso Andrea, che gli salvò la vita chiamando subito un'ambulanza, spiega quale sarà il prossimo step del percorso.

L'ex calciatore, oggi 65enne, lascia l'ospedale di Alessandria per trasferirsi in un centro riabilitativo. Il periodo più critico che ha alimentato timori ulteriori è alle spalle. È un piccolo passo in avanti per tornare a quella normalità spazzata via dal malessere accusato quasi un mese fa, a margine di una giornata in apparenza tranquilla. "Una forza della natura", così parla del genitore che, dopo l'angoscia per il malore che lo ha costretto al ricovero, adesso si trova di fronte alla prossima sfida da affrontare. In attesa di una comunicazione ufficiale da parte dell'azienda sanitaria, mercoledì è il giorno del nuovo inizio: "Sarà ancora lunga ma la partita più importante della sua vita la sta vincendo".

Andrea Tacconi e suo padre Stefano. Attraverso i messaggi del figlio arrivano aggiornamenti sulle condizioni dell’ex portiere.
Andrea Tacconi e suo padre Stefano. Attraverso i messaggi del figlio arrivano aggiornamenti sulle condizioni dell’ex portiere.

Tacconi è stato condotto al "Santi Antonio e Biagio" il 23 aprile scorso a causa di una emorragia cerebrale da rottura di aneurisma. Si trovava ad Asti dove avrebbe partecipare a un evento benefico (la Giornata della Figurine): un mal di testa improvviso e molto forte fu l'avvisaglia di quel che gli stava accadendo. Fu come spegnere la luce. A fine maggio uscì dal reparto di Terapia Intensiva e fu trasferito in quello di Neurochirurgia: "Questo ci permette di essere ottimisti", disse il professor Andrea Barbanera. Un mese dopo, alla luce anche dell'ultimo intervento subito (un'operazione già programmata e non d'urgenza), scatta una nuova fase

441 CONDIVISIONI
Stefano Tacconi fa una sorpresa al figlio per il suo compleanno:
Stefano Tacconi fa una sorpresa al figlio per il suo compleanno: "Se cerchi una mano nel bisogno..."
Il tumore è sparito, Baumgartl ha vinto la partita più importante:
Il tumore è sparito, Baumgartl ha vinto la partita più importante: "Piacere di rivederti con gli scarpini"
Kyrgios impazzisce in piena finale di Wimbledon, ce l'ha con una donna:
Kyrgios impazzisce in piena finale di Wimbledon, ce l'ha con una donna: "Quella matta è ubriaca!"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni