7 Aprile 2021
14:58

Sottosegretario Costa sui tifosi allo stadio per l’Europeo: “Vogliamo 15000 spettatori all’Olimpico”

Il sottosegretario al Ministero della Salute, Andrea Costa, si è soffermato sul ritorno graduale del pubblico negli stadi ai microfoni di Radio Punto Nuovo in vista de prossimo Europeo: “Da parte dell’UEFA c’è stata la richiesta di riempire per circa 25% gli stadi, varrebbe a dire 14-15.000 spettatori all’Olimpico di Roma. È anche l’obiettivo del Governo”.
A cura di Vito Lamorte

C'è grande discussione in merito al ritorno graduale del pubblico negli stadi e l'UEFA, che aveva già tolto la soglia del 30% di capienza lasciando agli enti locali le decisioni; nelle scorse ore ha fatto richiesta alle varie federazione per questa disponibilità in vista dei prossimi Europei. Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, ha aperto a questa possibilità dopo aver avuto la disponibilità dal Governo e dal Ministro della Salute Roberto Speranza. Poche ore fa su questo tema è intervenuto Andrea Costa, sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, che a Radio Punto Nuovo ha dichiarato: “Europei aperti al pubblico? Questa decisione rappresenta un inizio. In base ai numeri, al piano vaccinale ed alle dosi da somministrare, per gli Europei saremo in condizione di fare una serie di valutazioni positive. Non potevamo perdere un evento così importante che deve rappresentare un messaggio di fiducia: la consapevolezza che, da parte della politica, c’è la capacità di programmare ed individuare un percorso che ci porti gradualmente alla normalità".

In merito alla possibilità di ‘passaporto vaccinale' il sottosegretario alla Salute ha affermato: "Sono a favore. Credo che sia un tema da affrontare nel momento in cui tutti i cittadini avranno la possibilità di vaccinarsi, altrimenti possono crearsi delle discriminazioni. Da parte dell’UEFA c’è stata la richiesta di riempire per circa 25% gli stadi, varrebbe a dire 14-15.000 spettatori all’Olimpico di Roma. Mi permetto di dire che è anche l’obiettivo del Governo. Abbiamo già incaricato il CTS per stilare un protocollo e garantire questa presenza. È chiaro che, consentire lo svolgimento di quest’evento, significa non solo non perdere un evento fondamentale per il nostro Paese, ma tracciare un percorso anche per un futuro. Come ho detto, è l’inizio di un percorso che ci riporta alla normalità. Abbiamo dato disponibilità per organizzare gli Europei col pubblico, è chiaro che di lì in poi lavoreremo affinché tutti gli eventi sportivi possano avere il proprio pubblico.

Infine Costa si è soffermato sul modo in cui è stato applicato il protocollo nel campionato in corso e sull'intervento delle ASL sui positivi: "L’andamento del campionato ha dimostrato che il protocollo stipulato ha tenuto. Il ritiro della Nazionale mette in evidenza che il virus c’è, circola, ma che evidentemente qualcosa non ha funzionato. Non abbiamo avuto sospensioni determinanti, pertanto guardando al complesso, mi sento di dare una valutazione positiva".

Scoppia l'amore tra tifosi avversari allo stadio:
Scoppia l'amore tra tifosi avversari allo stadio: "Corri da lui e portagli il mio numero"
Il riscatto di Morata sui suoi vecchi tifosi, è bastato un gesto per zittire lo stadio del Real
Il riscatto di Morata sui suoi vecchi tifosi, è bastato un gesto per zittire lo stadio del Real
La partita che Messina Denaro vide allo stadio nascosto tra 35mila persone: non era lì per tifare
La partita che Messina Denaro vide allo stadio nascosto tra 35mila persone: non era lì per tifare
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni