178 CONDIVISIONI

Simone Inzaghi avverte, San Siro disastroso: “Il campo è irregolare, non si può giocare”

Simone Inzaghi ha parlato ai microfoni di DAZN al termine della gara vinta nel finale dalla sua Inter contro il Venezia. Il tecnico se la prende col terreno di gioco: “Il campo è irregolare, non si può giocare”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Fabrizio Rinelli
178 CONDIVISIONI
Immagine

Simone Inzaghi ha parlato ai microfoni di DAZN al termine della gara vinta nel finale dalla sua Inter contro il Venezia grazie al gol di Dzeko. Il tecnico nerazzurro ha fatto i complimenti agli avversari ma ha sottolineato soprattutto la difficoltà di giocare sul terreno di gioco di San Siro:

"Il problema più grande è il campo di San siro che sta diventando ingiocabile – ha detto – Sta diventando difficile e non è una scusante, ma obiettivamente sono 20 giorni che non si riesce a giocare". L'allenatore dell'Inter si augura che si arrivi a una soluzione nel più breve tempo possibile anche sfruttando la sosta che consentirà agli addetti al terreno di gioco di sistemare la condizione precaria del campo: "Noi e il Milan dobbiamo fare qualcosa perché ora è irregolare, secco, duro, c'è da porre un rimedio".

Simone Inzaghi si complimenta con le sue scelte: "Sono stato determinante…"

Simone Inzaghi è stato poi piuttosto autocelebrativo quando ha parlato della svolta della partita: "Stasera sono stati determinanti i 5 cambi che ho fatto – ha sottolineato l'allenatore – Avevamo bisogno di spinta e di forza". Nulla da dire alla squadra sul gol subito da Henry, solo un pizzico di attenzione in più: "Sul loro gol bisognava prestare più attenzione, bisogna ritornare ad essere feroci, stavamo controllando la gara ma ero molto sereno – ha aggiunto – Quando prendi un gol in quel modo poi la squadra poteva un attimo scendere di condizione e di lucidità ma invece siamo rimasti lì centrando tre punti molto importanti".

L'allenatore piacentino ora si gode la sosta che potrà consentirgli di organizzare il lavoro in vista di un ciclo di partite a dir poco tremendo: "Abbiamo la fortuna che i calciatori europei rimarranno qui, così come Vidal, cercheremo di lavorare nel migliore dei modi perché ci aspetta un tour de force". Simone Inzaghi evidenzia anche le difficoltà dovute a un calendario fitto di impegni: "Abbiamo avuto Lazio, Juventus e Atalanta e siamo andati due volte ai supplementari dopo la Coppa Italia e abbiamo affrontato il Venezia con due giorni scarsi da recuperare". I complimenti agli avversari: "Il Venezia è da applaudire perché hanno giocato un'ottima partita".

178 CONDIVISIONI
Chi è Fabio Maresca, l'arbitro di Inter-Juventus: a San Siro il direttore di gara che fa parte dei Vigili del Fuoco
Chi è Fabio Maresca, l'arbitro di Inter-Juventus: a San Siro il direttore di gara che fa parte dei Vigili del Fuoco
Simeone esalta l'Inter alla vigilia dell'ottavo di Champions con l'Atletico Madrid: "Vale il Real"
Simeone esalta l'Inter alla vigilia dell'ottavo di Champions con l'Atletico Madrid: "Vale il Real"
Inter-Salernitana dove vederla in TV e streaming: orario e formazioni ufficiali
Inter-Salernitana dove vederla in TV e streaming: orario e formazioni ufficiali
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni