Maurizio Sarri teme il Verona. Il tecnico della Juventus alla vigilia della sfida di campionato con la squadra di Juric dice che quella in terra scaligera sarà una trasferta difficile e se non ci sarà il giusto approccio i bianconeri faranno molta fatica contro una delle squadre più in forma e meglio messe in campo di tutta la Serie A:

Questa volta la consistenza dell’avversario è palese. Stanno facendo una grande stagione, sono imbattuti da diverse partite, è squadra pericolosa per aggressività. La partita è palesemente difficile. Credo sia chiaro anche per i nostri giocatori. L’approccio deve essere di buon livello, ma da qui alla partita toccheremo anche quest’argomento, anche se mi sembrerebbe di sottovalutare l’intelligenza dei miei calciatori.

Sanremo, Georgina e Ronaldo

Georgina Rodriguez, la compagna di CR7, è stata una delle protagoniste della terza serata del Festival di Sanremo. In platea c'era anche Cristiano Ronaldo, che ha fatto un autentico tour de force, perché giovedì dopo l'allenamento è andato a Sanremo, e poi con Georgina è ritornato a Torino, dove effettuerà l'ultimo allenamento prima di partire alla volta di Verona. Sarri ha detto di non aver seguito il Festival, ma gli è stato riferito che la Rodriguez se l'è cavata bene ed è sicuro che Ronaldo sarà al top:

Io non ho visto Sanremo, mi hanno detto che Georgina è stata brava. Ho lavorato fino a tardi, per rilassarmi ho messo un film e non ho guardato niente. Sicuramente Ronaldo ha riposato le ore giuste, conoscendolo non ho dubbio. Si presenterà all’allenamento in buonissime condizioni come ha fatto da quando il ginocchio non gli dà più fastidio.

Quale modulo per la Juve

Ha parlato dei modulo della Juventus Sarri, che ha spiegato pregi e difetti sia del 4-3-1-2 che del 4-3-3, che senza Douglas Costa era molto difficile da fare. La Juventus in poche parole sarà versatile e non sarà legata a un singolo modulo:

La squadra è pronta a interpretare un modulo in relazione ai giocatori che danno le migliori garanzie. Fare un 4-3-3 con Douglas out era più difficile, oggi è più facile. Se a sensazione dello staff è meglio tornare al 4-3-1-2 allora si ritorna. Pronti a fare i due moduli.

Buffon, Chiellini e Danilo

In conferenza il tecnico ha detto che Buffon giocherà spesso nel prossimo mese, ma ha fatto capire che non sarà titolare contro il Verona. Il capitano sta recuperando e il momento del ritorno in campo è vicino. Corre invece Danilo, che forse tra un paio di settimane sarà già a disposizione:

Abbiamo parlato con Claudio Filippi per studiare bene il prossimo mese, per studiare le alternanze. Sicuramente Buffon in questo mese va dentro. Chiellini? Averlo in gruppo è già tanta roba per noi, per quanto riguarda le gare ufficiali bisogna andare avanti giorno per giorno e ascoltare lui. Le sensazioni individuali sono più importante di quelle dei medici. Lui è clinicamente guarito, ora contano solo le sue sensazioni. Per Danilo non prevedo tempi lunghi, si sta allenando in campo, ma non ancora con noi.