Maurizio Sarri sarà l'allenatore della Lazio nella prossima stagione. La società biancoceleste e il tecnico toscano hanno trovato l'accordo per un contratto biennale da tre milioni di euro l'anno. E il club capitolino ha praticamente annunciato ufficialmente l'arrivo del nuovo tecnico con un indizio social che fin da subito ha lasciato pochissimi dubbi: una sigaretta fumante pubblicata sul profilo Twitter della Lazio. Il riferimento a Sarri, incallito fumatore, è inequivocabile.

Il ‘gioco' social della Lazio che fa leva sul vizio di quello che sarà il suo nuovo allenatore è poi proseguito con altri tweet: un secondo a distanza di pochi minuti nel quale oltre alla già eloquente sigaretta chiede "Chi ha da accendere?" e un terzo in cui vengono forniti ulteriori indizi (una sigaretta, una tuta e una banca) sotto forma di rebus che, semmai ce ne fosse stato bisogno, svelano chiaramente l'identità del nuovo tecnico biancoceleste: un fumatore che preferisce sedersi in panchina in tuta con un passato da impiegato di banca.

Adesso dunque è ufficiale Maurizio Sarri sarà il nuovo allenatore della Lazio e torna in Serie A dopo un anno di pausa. Il toscano infatti dopo aver vinto lo scudetto con la Juventus nella stagione 2019/2020 era stato esonerato dal club bianconero a causa della cocente eliminazione agli ottavi di finale di Champions League patita per mano del non irresistibile Lione. Adesso l'ex Napoli torna nel massimo campionato italiano prendendo la pesante eredità di Simone Inzaghi (andato all'Inter) sulla panchina biancoceleste: la fumata bianca (è il caso di dirlo) è finalmente arrivata.