Garrone nei prossimi giorni offrirà il rinnovo del contratto a Delio Rossi.

Subito dopo lo scoppio della pandemia nel nostro paese, il mondo del calcio e diverse grandi aziende italiane hanno fatto a gara per aiutare economicamente tutti quegli ospedali in prima linea contro il Coronavirus. L'ultima importante donazione sta infatti per arrivare da Edoardo Garrone: ex patron della Sampdoria e attuale presidente della Erg. La conferma è arrivata grazie ad una nota pubblicata dal gruppo genovese sul proprio sito internet.

"ERG e la famiglia Garrone Mondini, attraverso la holding San Quirico, doneranno 3 milioni di euro per fronteggiare l'emergenza Coronavirus. Un milione di euro verrà destinato da San Quirico a Genova e la restante parte da ERG ai territori colpiti dall'emergenza nei quali è presente con i suoi siti produttivi. L'iniziativa vuole essere un atto concreto a supporto delle necessità più urgenti delle strutture sanitarie e della protezione civile, con la ferma convinzione che attraverso il contributo di ognuno si potrà superare al più presto questa grave situazione di emergenza".

Le voci su un suo possibile ritorno in società

Figlio dell'indimenticato Riccardo Garrone, che dal petrolio arrivò al calcio riuscendo a regalare ai tifosi blucerchiati la qualificazione ai playoff di Champions League nel 2010 (poi persi contro il Werder Brema), Edoardo Garrone è sempre rimasto molto vicino al club (anche economicamente) dopo la cessione del pacchetto di maggioranza a Massimo Ferrero avvenuto nell'estate del 2014 tra lo stupore generale del mondo doriano. Tirato in ballo anche in seguito alle recenti dimissioni del vice presidente Fiorentino (che ha mandato in tilt il cda blucerchiato), Edoardo Garrone ha però smentito un suo ritorno nel club ligure: "La Sampdoria è ancora un grande amore di famiglia, ma solo come tifoso. Alcuni anni fa abbiamo fatto una scelta e non cambiamo idea".

tot. contagiati 101.739
30 marzo 1.648
tot. guariti 14.620
30 marzo 1.590
tot. deceduti 11.591
30 marzo 812