4.755 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
2 Maggio 2022
19:57

Russia cancellata dall’Europa del calcio: l’Uefa esclude nazionali e squadre da tutti i tornei

Mano pesantissima dell’UEFA nei confronti della Russia del calcio per le conseguenze della guerra in Ucraina. Non ci saranno squadre russe in Europa nella prossima stagione.
A cura di Marco Beltrami
4.755 CONDIVISIONI
Igor Diveev, difensore della nazionale russa
Igor Diveev, difensore della nazionale russa
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Un vero e proprio azzeramento, a tutti i livelli. L'UEFA ha deciso di utilizzare il pugno duro nei confronti della Russia del calcio per le conseguenze della guerra in Ucraina. In una nota ufficiale il massimo organo calcistico continentale, ha confermato e inasprito le sanzioni nei confronti di tutte le squadre russe. Nazionali, club, maschili e femminili non potranno di fatto prendere parte alle competizioni internazionali della stagione 2022-2023.

Questo il provvedimento a dir poco drastico da parte del Comitato esecutivo dell'UEFA dopo che squadre di club e nazionali erano state già sospese fino "a nuovo avviso" a febbraio, quando ci si trovava ancora nella fase embrionale del conflitto. Ora il tutto è stato prolungato, con scelte che appunto riguardano le competizioni continentali per nazionali sia quelle per club, di calcio maschile e femminile, le giovanili e anche il futsal. Nel comunicato ufficiale si legge che questi provvedimenti sono "relativi alle implicazioni delle decisioni del 28 febbraio, per le prossime competizioni, al fine di garantire la loro regolare messa in scena in un ambiente sicuro e protetto per tutti gli interessati."

Spicca innanzitutto il ban delle squadre russe per l'edizione 2022/2023 di UEFA Champions League, UEFA Europa League, UEFA Europa Conference League, UEFA Women's Champions League e UEFA Youth League. Di fatto dunque nella prossima annata non ci saranno squadre della Russia che parteciperanno ai tornei continentali. Cosa comporta questo? Ecco il chiarimento dell'UEFA: "Le rispettive liste di accesso alle competizioni maschili e femminili per club sono state riequilibrate secondo i principi espressi nel relativo regolamento di gara .Inoltre, alla Russia verrà assegnato un numero di punti coefficiente pari al numero più basso ottenuto in una qualsiasi delle ultime cinque stagioni, ovvero 4.333 punti per il coefficiente di club della federazione maschile e 1.750 per il coefficiente di club della federazione femminile per il scopo del calcolo dei punti per la stagione 2022/23″.

A quanto pare, a beneficiare dell'esclusione delle russe, saranno le squadre scozzesi: il Celtic, stando alla classifica attuale, andrebbe direttamente nella fase a gironi della Champions League con i Rangers invece alle qualificazioni.

Per quanto riguarda la nazionale maschile russa, “cancellazione” dalla UEFA Nations League 2022/23, con annessa retrocessione. Quella femminile invece non parteciperà al girone C della fase finale di UEFA Women's EURO 2022 in programma dal 6 al 31 luglio in Inghilterra e sarà sostituita dal Portogallo. Inoltre niente da fare anche per le qualificazioni ai Mondiali femminili del 2023. Azzeramento dei risultati anche per la Russia Under 21 negli Europei di categoria.

Come da previsioni poi il Comitato Esecutivo UEFA ha dichiarato non ammissibile la candidatura presentata dalla Federcalcio Russa (FUR) per ospitare UEFA EURO 2028 o UEFA EURO 2032 , ai sensi dell'articolo 16.02 del Regolamento di Gara per Finali e Fasi Finali UEFA, in cui si afferma che "ogni offerente si assicurerà di non agire in modo tale da screditare la UEFA, la finale UEFA o la fase finale della fase finale UEFA, qualsiasi altro offerente (o qualsiasi dipendente, funzionario o rappresentante di uno dei precedenti), alla procedura di gara o a Calcio europeo".

4.755 CONDIVISIONI
2544 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni