Si lavora ad un protocollo per garantire la sicurezza in tutti gli impianti sportivi e negli stadi e proprio in merito a questo tempo sono arrivate delle dichiarazioni nel corso del "Question time" di oggi alla Camera dei Deputati da parte del Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. Il ministro ha annunciato: "La novità di queste ore è che, dopo un incontro ieri con il presidente della Conferenza Stato Regioni Bonaccini e i presidenti di Leghe e federazioni abbiamo condiviso la necessità di arrivare a un nuovo protocollo comune che dovrebbe essere approvato all'unanimità domani da tutti i presidenti delle Regioni, che poi verrà sottoposto venerdì al Comitato tecnico scientifico per la riapertura graduale e in sicurezza di tutte le competizioni sportive, non solo del calcio". 

Sempre sullo stesso tema Spadadora ha dichiarato: "La riapertura avverrà chiaramente dopo anche alla luce dei dati che arriveranno dall’impatto della riapertura delle scuole su tutto il sistema paese, perché ovviamente, quel rigore e quell’attenzione che noi abbiamo avuto ad inizio pandemia sono proprio quelli che ci consentono di vedere queste aperture graduali che invece negli altri paesi europei non stanno avvenendo".

In pratica, dopo l'approvazione da parte della Conferenza delle Regioni e venerdì il documento sarà sottoposto all'esame del Comitato tecnico-scientifico. In vista del prossimo weekend capiremo meglio se potranno esserci novità sugli ingressi negli impianti sportivi della penisola.

Sileri: Ingresso a un terzo della capienza

Il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, ha rilanciato per una possibile riapertura graduale nel suo intervento alla trasmissione di Rai Radio 1, Un Giorno da Pecora: "Gli stadi si possono portare a un terzo della capienza e all'Olimpico a Roma l'ingresso potrebbe essere consentito anche a 20-25 mila tifosi. Nel momento in cui si mantengono due metri di sicurezza, con regole precise, si vietano gli abbracci, con l'utilizzo della mascherina e degli igienizzanti, io penso che l'ingresso ai tifosi si può portare ad un terzo della capienza dello stadio".