Il titolo della Liga conquistato dal Real Madrid, passa inevitabilmente anche dai gol di Karim Benzema. L'attaccante dei ‘Blancos' è stata l'autentica sorpresa di questa stagione. Quasi rinato con il suo mentore, Zinedine Zidane, l'attaccante francese ha sorpreso tutti giocando una stagione davvero esaltante. Ben 21 gol e 8 assist per trascinare i ‘Blancos' alla conquista del 34esimo titolo spagnolo della storia del club. E pensare che dopo l'addio di Zizou nel 2018, era stato messo anche in discussione per uno scarso rendimento che in realtà era dipeso solo dal cambio improvviso di equilibri all'interno della squadra.

Karim Benzema si riprende il Real Madrid

E' senza ombra di dubbio Karim Benzema il giocatore copertina di questo trionfo del Real Madrid. L'attaccante francese ripete l'ennesima stagione consecutiva da urlo a suon di gol. Dopo i 21 sigilli nelle 36 gare della scorsa stagione, il centravanti si è ripetuto anche quest'anno con 21 reti e 8 assist. Proprio questo ultimo dato, fa capire quanto fosse funzionale nel gioco di Zidane in modo da riuscire a coinvolgere, con le sue sponde, l'inserimento di gente come Isco e Asensio. Sempre pronto a farsi trovare libero in verticale dai passaggi illuminanti di Modric, Benzema ha messo a tacere anche le voci dopo la poco esaltante stagione del 2017/2018

Gli veniva imputato scarso impegno in campo quando due stagioni fa, nell'ultimo campionato di Zidane sulla panchina dei ‘Blanocos' prima del ritorno a marzo del 2019, realizzò soltanto 5 reti in Liga. Numeri non da lui ma che forse avevano trovato in Cristiano Ronaldo quel giocatore capace in quell'annata di metterlo completamente in ombra prima del suo approdo alla Juventus. E infatti, proprio dopo l'addio di Ronaldo, è diventato lui il fulcro dell'attacco delle ‘Merengues', l'uomo in più che in coppia con Zidane, sta facendo festeggiare il popolo madrileno.