526 CONDIVISIONI
14 Ottobre 2021
12:55

Pasquale Mazzocchi a Fanpage, dal San Paolo al Venezia: “Ho lottato tanto, ora sogno l’azzurro”

Pasquale Mazzocchi è riuscito a prendersi la Serie A a 26 anni, dopo una lunga gavetta e tanti sacrifici: “La gente pensa che la vita del calciatore sia bellissima, ma non sa quanti sacrifici si debbano fare”. La sua storia, da Napoli al Venezia, passa anche dai tatuaggi che adornano la sua pelle: “Per me la fede è tutto”. E adesso, da punto fermo degli arancioneroverdi, sogna la maglia della Nazionale.
A cura di Sergio Stanco
526 CONDIVISIONI

Prendete lo stereotipo del calciatore di Serie A, quello che se la tira, che fa la star, che gira col bolide e si fa accompagnare dalla velina di turno. Ecco, ora cancellatelo dalla vostra mente. Perché oggi parliamo di Pasquale Mazzocchi, 26enne napoletano DOC, uno che non è stato baciato dal Dio del Calcio con un talento soprannaturale, ma che la Serie A se l’è guadagnata lo stesso, con sudore, sacrifici e volontà. Uno che sulla schiena non ha tatuato draghi o teschi, né frasi ad effetto, ma una splendida immagine del Cristo, con tanto di corona di spine a testimoniarne la sofferenza e nel cuore, e sul cuore, porterà per sempre l’amico d’infanzia, scomparso troppo prematuramente. Uno per cui la famiglia è tutto, a partire dalla moglie conosciuta da ragazzino nel quartiere e che non ha più lasciato. Uno che è rimasto lo stesso e che ogni volta che torna a Barra, nella periferia di Napoli, torna ad essere quel bambino che da lì è dovuto partire a 11 anni per inseguire un sogno. Il sogno lo ha realizzato, per la gioia di tutti: sua, della sua famiglia, dei suoi amici e di un intero quartiere, che oggi lo considera un esempio. Uno che, nonostante le difficoltà, ce l’ha fatta. Pasquale oggi gioca in Serie A e di Barra è l’idolo, anche se lui si schermisce quando glielo diciamo. Dopo tanta gavetta, a Venezia Mazzocchi ha trovato definitiva consacrazione, gioca con continuità come esterno basso (destra o sinistra non fa differenza) ed è diventato una delle sorprese del campionato (e anche la “certezza” di diversi fantallenatori che hanno scommesso su di lui, alcuni dei quali proprio nello spogliatoio del Venezia). Ma l’approccio non cambia: umile ma determinato, perché dopo tanti sacrifici, è giusto raccogliere i frutti…

Buongiorno Pasquale, cominciamo dall’inizio: come nasce la passione per il calcio?
“Facile, a Napoli si vive di pane e pallone. L’amore per il calcio è insito nel popolo napoletano, mio papà è un grande appassionato, i miei due fratelli maggiori hanno sempre giocato, uno è stato vicino alla Roma e un altro al Torino, senza però riuscire ad arrivare ad alti livelli. Da ragazzino ho sempre giocato per strada con gli amici, da mattina a sera, fino a quando, ad 11 anni, ho lasciato la famiglia per inseguire il mio sogno…”.

Già, perché ad 11 anni sei andato a Benevento per fare sul serio…
“Sì, mi sono trasferito a Benevento e ho cominciato lì il mio percorso nelle giovanili. All’inizio è stata durissima perché, benché alla fine fosse ad un’ora da Napoli, tornavo a casa solo una volta ogni due mesi. I miei genitori, poi, non avevano le possibilità per venirmi a trovare, anche perché in famiglia siamo sei figli, puoi immaginare. Dunque, ero davvero solo, ho lasciato famiglia, amici, scuola e ho dovuto ricominciare da capo e gestirmi come fossi un adulto. E ancora me li ricordo quegli attimi, la notte era difficile prendere sonno. La gente pensa che la vita del calciatore sia bellissima, ma non sa quanti sacrifici si debbano fare per arrivare in Serie A. E in molti, nonostante i sacrifici, non ce la fanno. Io stesso ho avuto tantissimi momenti di sconforto, sono stato più volte sul punto di mollare tutto…”.

Quanti amici, magari più forti di te, si sono persi per strada?
“Per giocare a calcio devi avere la testa giusta, quello deve essere il tuo obiettivo nella vita, solo così puoi farcela. Ho conosciuto tanti ragazzi fortissimi, che però hanno smesso perché non erano disposti a fare i sacrifici. Io ho affrontato tutte le difficoltà e sono andato avanti. E quando ero sul punto di crollare, ho sempre potuto contare sul sostegno della mia famiglia e, soprattutto, dei miei fratelli. Ogni volta che avevo un dubbio, loro mi dicevano “Non fare i nostri stessi errori, guarda quanti rimpianti abbiamo noi oggi”. Loro sono stati la mia benzina”.

Chi era il tuo idolo da ragazzino?
“Da piccolo giocavo esterno alto, quindi ho preso Cristiano Ronaldo come riferimento. A quei tempi l’alternativa era tra Messi e Ronaldo, in ogni caso cascavi bene (ride, ndr), ma per caratteristiche e ruolo mi rivedevo più nel portoghese. Quando a Parma ho cominciato a giocare da esterno basso, invece, il mio esempio è sempre stato Zanetti, perché trovo che sia stato uno dei terzini più forti della storia”.

Come è stato crescere a Barra?
“A Barra, come in altri quartieri di Napoli, la realtà era molto difficile ai tempi e – purtroppo – oggi non è migliorata. Ho ancora tantissimi amici lì e molti sognano di partire per crearsi un futuro diverso. E’ brutto da dire, ma è così, perché il rischio, ovviamente, se non sei abbastanza forte, è quello di prendere brutte strade”.

Quante partite in piazza sognando di giocare al San Paolo e quante in Curva al San Paolo sognando la Serie A?
“Ci andavo spesso allo stadio, anche perché mio fratello era un tifoso sfegatato e mi portava con lui in Curva. Fino a quando ho vissuto a Napoli, era una bella abitudine andare allo stadio con lui e gli amici. Poi, quando mi sono trasferito a Benevento, è successo più raramente, ma la passione è rimasta”.

Il calendario ti ha giocato un brutto scherzo, però: una beffa la squalifica alla prima giornata, proprio al Diego Armando Maradona contro il Napoli. Dove l’hai vista e come l’hai vissuta?
“Alcuni miei compagni mi dicevano di andare comunque allo stadio, ma non ce l’ho fatta, ho preferito guardarla a casa e soffrire sul divano con mia moglie. Tutta la famiglia è tifosa del Napoli, mio papà si è messo addirittura a piangere quando ha saputo che avrei saltato la partita. Sai com’è, vedere tuo figlio esordire in A contro il Napoli, sarebbe stata un’emozione indescrivibile, ma purtroppo non è andata così… E’ stato comunque bello ed emozionante farlo a Udine la settimana successiva, anche se poi la partita non è finita bene (3-0 per l’Udinese, ndr)”.

Sarai comunque l’idolo del quartiere: raccontaci qualche aneddoto di quando torni a casa…
“No dai, non esageriamo, l’idolo mi sembra un po’ troppo (ride, ndr). Ho tantissimi amici che mi seguono, che mi scrivono sempre prima e dopo la partita e che sono ovviamente orgogliosi di conoscere qualcuno che giochi in Serie A, ma sinceramente io sono rimasto sempre lo stesso. Quando vado in giro per Venezia e qualcuno mi riconosce, e mi chiede una foto o un autografo, fa sempre piacere. Quando torno a Barra, si vede che la gente mi guarda con occhio diverso ora, perché sono un giocatore di Serie A, ma per me non è cambiato nulla. Napoli è sempre la mia città e Barra sarà sempre il mio quartiere, là sono cresciuto e da lì è cominciato tutto”.

Cosa ti rende più orgoglioso oggi?
“Io sono molto orgoglioso del percorso che ho fatto, di non aver mai mollato, nemmeno quando la gente mi chiedeva cosa ci facessi in quarta categoria a dieci ore da casa. Ho sempre tenuto duro, ho sempre pensato di farcela e, alla fine, ora lo posso dire, ho avuto ragione io”.

Venezia, se possibile, è quanto di più lontano possa esserci da Napoli: com’è viverci e come ti sei ambientato?
“E’ ovviamente bellissimo. Il centro sportivo in realtà è a Mestre, molti giocatori abitano a Treviso, ma appena ho l’occasione cerco di visitarla perché sembra di essere in un altro mondo. Proprio l’altro giorno ho fatto un giro in gondola con mia moglie, è stata una bellissima emozione. Venezia è unica, è un quadro, e poi la gente è molto amichevole, aperta, sembra quasi di essere a Napoli”.

A Venezia hai trovato la tua consacrazione definitiva: qual è il segreto?
“Segreti non ne conosco, l’unica regola che funziona, è dare sempre il massimo e andare sempre a mille. A Venezia ho trovato un allenatore che mi ha dato grande fiducia: nel calcio si vede subito la differenza tra un giocatore in fiducia e uno che non ce l’ha, è lampante. Per me è la cosa più importante e Mister Zanetti non me l’ha mai fatta mancare. Io, ovviamente, cerco di ripagarla con impegno e sacrifici, perché non ti devi mai sentire arrivato, quello sarebbe l’inizio della fine…”.

La tua carriera è un inno alla perseveranza e determinazione: hai fatto tutta la gavetta fino alla A…
“Ma davvero tutta, non mi sono fatto mancare nulla. Qualcosa me lo sarei anche risparmiato volentieri, eh, invece no, ho deciso di prenderla alla larga (sorride, ndr). Alla fine, però, mi è servita tantissimo e, tornando al discorso di prima, mi rende orgoglioso, perché io non ho preso scorciatoie, tutto quello che è arrivato, me lo sono guadagnato sul campo”.

Un tuo tifoso su Instagram ha scritto che sei “impegno, costanza e sacrificio”. Un altro “11 Mazzocchi 11 Leoni”: ti riconosci? Cosa manca?
“Ovviamente fa piacere, io so quali sono le mie caratteristiche, i miei punti di forza e cerco di sfruttarli al massimo, ma so anche che ho tanti punti deboli, sui quali lavoro giorno dopo giorno in allenamento. Io sono così, so di non essere nato fuoriclasse, ma pure che posso dire la mia, anche in Serie A”.

A chi devi dire grazie per essere arrivato fin qui? 
“Non voglio sembrare presuntuoso ma, come ho detto prima, tutto quello che è arrivato me lo sono guadagnato sul campo, lavorando giorno dopo giorno, lasciando casa ad 11 anni e girando i campi di periferia di tutta Italia. Io non devo nulla a nessuno, ma ovviamente ho avuto tante persone care che mi sono state vicine nei momenti bui, come la mia famiglia o il mio procuratore (Luigi Lauro, ndr), che mi hanno sempre supportato e dato i consigli giusti”.

Potresti essere la sorpresa del fantacalcio: tu ti sei comprato? 
“No, non ho offerto, perché io resto umile (sorride, ndr). Però so che qualcuno del Venezia mi ha comprato e mi dice che sto dando diverse soddisfazioni, sono contento”.

Qual è stata l’emozione più grande finora?
“Sicuramente l’esordio in Serie A, perché è stato un po’ come la chiusura di un cerchio, l’arrivo di una scalata. Arrivarci a 26 anni, dopo tanti sacrifici, è stato un grande orgoglio. Una sensazione e un’emozione che non potrò mai dimenticare. E poi il gol del febbraio scorso all’Empoli, perché dopo tanto tempo ero tornato a segnare e ho potuto dedicarlo ad un amico scomparso che, ne sono certo, da lassù mi sta guidando e tifa per me”.

Hai un tatuaggio meraviglioso di un Cristo sulla schiena: cosa rappresenta per te la Fede?
“Per me la Fede è tutto, se non credi in Dio non credi in nulla. Qualcuno mi critica per quel tatuaggio, ma io sono un vero credente. Lo sono io, lo è la mia famiglia e anche mia moglie. Io rispetto tutti, ma mi aspetto che gli altri facciano lo stesso con me”.

Posso chiederti, invece, chi è il bimbo che hai tatuato sul cuore?
“E’ l’amico a cui ho dedicato il gol contro l’Empoli. E’ un ragazzino con il quale sono cresciuto nel quartiere, eravamo inseparabili. Purtroppo, a 9 anni una meningite se l’è portato via e da allora non c’è giorno che non lo ricordi. Oggi spesso i giovani si chiamano “Fratello”, ma lui per me lo era davvero. E, quando è morto, con lui se n’è andata anche una parte di me. Sembrano frasi fatte, ma posso assicurare che non lo sono. E se ho intrapreso questa carriera lo devo anche a lui, perché sono sicuro che, in qualche modo, da lassù, mi ha dato il coraggio di lasciare tutto e trasferirmi a Benevento”.

Ce n’è qualcun altro di tatuaggio, magari meno visibile, a cui sei particolarmente affezionato?
“Sì, quello del mio cane, perché l’affetto di un cane è impagabile. Il rapporto che si instaura non si può spiegare se non l’hai mai vissuto. Un figlio ti cambia la vita e anche di più, e spero di poter vivere anche questa esperienza, ma intanto l’arrivo di Jason ci ha portato un sacco di gioia e serenità”.

Hai visto il tatuaggio del giocatore dello Sheriff Sebastien Thill che ha segnato al Bernabeu? Lui che sogna la Champions League: se dovessi tatuarti il tuo sogno?
“Bella domanda, ma non ho dubbi: mi tatuerei con la maglia dell’Italia addosso, perché è il sogno ogni bambino e di ogni calciatore. Non riesco neanche ad immaginarmi l’emozione”. E chissà che – presto – anche questo sogno non diventi realtà…

526 CONDIVISIONI
Pasquale Mazzocchi, una vita di sacrifici: un passato da fruttivendolo prima del sogno Nazionale
Pasquale Mazzocchi, una vita di sacrifici: un passato da fruttivendolo prima del sogno Nazionale
Pasquale Mazzocchi canta una canzone neomelodica: il rito di iniziazione in Nazionale
Pasquale Mazzocchi canta una canzone neomelodica: il rito di iniziazione in Nazionale
1.259 di antoizzo86
Mazzocchi ce l'ha fatta:
Mazzocchi ce l'ha fatta: "Facevo il fruttivendolo per aiutare i miei, ora piangono da tre giorni"
calendario
classifica
marcatori
Giornata 1
Giornata 2
Giornata 3
Giornata 4
Giornata 5
Giornata 6
Giornata 7
Giornata 8
Giornata 9
Giornata 10
Giornata 11
Giornata 12
Giornata 13
Giornata 14
Giornata 15
Giornata 16
Giornata 17
Giornata 18
Giornata 19
Giornata 20
Giornata 21
Giornata 22
Giornata 23
Giornata 24
Giornata 25
Giornata 26
Giornata 27
Giornata 28
Giornata 29
Giornata 30
Giornata 31
Giornata 32
Giornata 33
Giornata 34
Giornata 35
Giornata 36
Giornata 37
Giornata 38
Giornata 9
Giornata 1
Giornata 2
Giornata 3
Giornata 4
Giornata 5
Giornata 6
Giornata 7
Giornata 8
Giornata 9
Giornata 10
Giornata 11
Giornata 12
Giornata 13
Giornata 14
Giornata 15
Giornata 16
Giornata 17
Giornata 18
Giornata 19
Giornata 20
Giornata 21
Giornata 22
Giornata 23
Giornata 24
Giornata 25
Giornata 26
Giornata 27
Giornata 28
Giornata 29
Giornata 30
Giornata 31
Giornata 32
Giornata 33
Giornata 34
Giornata 35
Giornata 36
Giornata 37
Giornata 38
sabato 13 Agosto 2022 - ore 18:30
Milan
4 - 2
Udinese
Sampdoria
0 - 2
Atalanta
sabato 13 Agosto 2022 - ore 20:45
Lecce
1 - 2
Inter
Monza
1 - 2
Torino
domenica 14 Agosto 2022 - ore 18:30
Fiorentina
3 - 2
Cremonese
Lazio
2 - 1
Bologna
domenica 14 Agosto 2022 - ore 20:45
Salernitana
0 - 1
Roma
Spezia
1 - 0
Empoli
lunedì 15 Agosto 2022 - ore 18:30
Verona
2 - 5
Napoli
lunedì 15 Agosto 2022 - ore 20:45
Juventus
3 - 0
Sassuolo
sabato 20 Agosto 2022 - ore 18:30
Torino
0 - 0
Lazio
Udinese
0 - 0
Salernitana
sabato 20 Agosto 2022 - ore 20:45
Inter
3 - 0
Spezia
Sassuolo
1 - 0
Lecce
domenica 21 Agosto 2022 - ore 18:30
Empoli
0 - 0
Fiorentina
Napoli
4 - 0
Monza
domenica 21 Agosto 2022 - ore 20:45
Atalanta
1 - 1
Milan
Bologna
1 - 1
Verona
lunedì 22 Agosto 2022 - ore 18:30
Roma
1 - 0
Cremonese
lunedì 22 Agosto 2022 - ore 20:45
Sampdoria
0 - 0
Juventus
venerdì 26 Agosto 2022 - ore 18:30
Monza
1 - 2
Udinese
venerdì 26 Agosto 2022 - ore 20:45
Lazio
3 - 1
Inter
sabato 27 Agosto 2022 - ore 18:30
Cremonese
1 - 2
Torino
Juventus
1 - 1
Roma
sabato 27 Agosto 2022 - ore 20:45
Milan
2 - 0
Bologna
Spezia
2 - 2
Sassuolo
domenica 28 Agosto 2022 - ore 18:30
Salernitana
4 - 0
Sampdoria
Verona
0 - 1
Atalanta
domenica 28 Agosto 2022 - ore 20:45
Fiorentina
0 - 0
Napoli
Lecce
1 - 1
Empoli
martedì 30 Agosto 2022 - ore 18:30
Sassuolo
0 - 0
Milan
martedì 30 Agosto 2022 - ore 20:45
Inter
3 - 1
Cremonese
Roma
3 - 0
Monza
mercoledì 31 Agosto 2022 - ore 18:30
Empoli
1 - 1
Verona
Sampdoria
1 - 1
Lazio
Udinese
1 - 0
Fiorentina
mercoledì 31 Agosto 2022 - ore 20:45
Juventus
2 - 0
Spezia
Napoli
1 - 1
Lecce
giovedì 01 Settembre 2022 - ore 20:45
Atalanta
3 - 1
Torino
Bologna
1 - 1
Salernitana
sabato 03 Settembre 2022 - ore 15:00
Fiorentina
1 - 1
Juventus
sabato 03 Settembre 2022 - ore 18:00
Milan
3 - 2
Inter
sabato 03 Settembre 2022 - ore 20:45
Lazio
1 - 2
Napoli
domenica 04 Settembre 2022 - ore 12:30
Cremonese
0 - 0
Sassuolo
domenica 04 Settembre 2022 - ore 15:00
Spezia
2 - 2
Bologna
domenica 04 Settembre 2022 - ore 18:00
Verona
2 - 1
Sampdoria
domenica 04 Settembre 2022 - ore 20:45
Udinese
4 - 0
Roma
lunedì 05 Settembre 2022 - ore 18:30
Monza
0 - 2
Atalanta
Salernitana
2 - 2
Empoli
lunedì 05 Settembre 2022 - ore 20:45
Torino
1 - 0
Lecce
sabato 10 Settembre 2022 - ore 15:00
Napoli
1 - 0
Spezia
sabato 10 Settembre 2022 - ore 18:00
Inter
1 - 0
Torino
sabato 10 Settembre 2022 - ore 20:45
Sampdoria
1 - 2
Milan
domenica 11 Settembre 2022 - ore 12:30
Atalanta
1 - 1
Cremonese
domenica 11 Settembre 2022 - ore 15:00
Bologna
2 - 1
Fiorentina
Lecce
1 - 1
Monza
Sassuolo
1 - 3
Udinese
domenica 11 Settembre 2022 - ore 18:00
Lazio
2 - 0
Verona
domenica 11 Settembre 2022 - ore 20:45
Juventus
2 - 2
Salernitana
lunedì 12 Settembre 2022 - ore 20:45
Empoli
1 - 2
Roma
venerdì 16 Settembre 2022 - ore 20:45
Salernitana
1 - 2
Lecce
sabato 17 Settembre 2022 - ore 15:00
Bologna
0 - 1
Empoli
sabato 17 Settembre 2022 - ore 18:00
Spezia
2 - 1
Sampdoria
sabato 17 Settembre 2022 - ore 20:45
Torino
0 - 1
Sassuolo
domenica 18 Settembre 2022 - ore 12:30
Udinese
3 - 1
Inter
domenica 18 Settembre 2022 - ore 15:00
Cremonese
0 - 4
Lazio
Fiorentina
2 - 0
Verona
Monza
1 - 0
Juventus
domenica 18 Settembre 2022 - ore 18:00
Roma
0 - 1
Atalanta
domenica 18 Settembre 2022 - ore 20:45
Milan
1 - 2
Napoli
sabato 01 Ottobre 2022 - ore 15:00
Napoli
3 - 1
Torino
sabato 01 Ottobre 2022 - ore 18:00
Inter
1 - 2
Roma
sabato 01 Ottobre 2022 - ore 20:45
Empoli
1 - 3
Milan
domenica 02 Ottobre 2022 - ore 12:30
Lazio
4 - 0
Spezia
domenica 02 Ottobre 2022 - ore 15:00
Lecce
1 - 1
Cremonese
Sampdoria
0 - 3
Monza
Sassuolo
5 - 0
Salernitana
domenica 02 Ottobre 2022 - ore 18:00
Atalanta
1 - 0
Fiorentina
domenica 02 Ottobre 2022 - ore 20:45
Juventus
3 - 0
Bologna
lunedì 03 Ottobre 2022 - ore 20:45
Verona
1 - 2
Udinese
sabato 08 Ottobre 2022 - ore 15:00
Sassuolo
-
Inter
sabato 08 Ottobre 2022 - ore 18:00
Milan
-
Juventus
sabato 08 Ottobre 2022 - ore 20:45
Bologna
-
Sampdoria
domenica 09 Ottobre 2022 - ore 12:30
Torino
-
Empoli
domenica 09 Ottobre 2022 - ore 15:00
Monza
-
Spezia
Salernitana
-
Verona
Udinese
-
Atalanta
domenica 09 Ottobre 2022 - ore 18:00
Cremonese
-
Napoli
domenica 09 Ottobre 2022 - ore 20:45
Roma
-
Lecce
lunedì 10 Ottobre 2022 - ore 20:45
Fiorentina
-
Lazio
sabato 15 Ottobre 2022 - ore 15:00
Empoli
-
Monza
sabato 15 Ottobre 2022 - ore 18:00
Torino
-
Juventus
sabato 15 Ottobre 2022 - ore 20:45
Atalanta
-
Sassuolo
domenica 16 Ottobre 2022 - ore 12:30
Inter
-
Salernitana
domenica 16 Ottobre 2022 - ore 15:00
Lazio
-
Udinese
Spezia
-
Cremonese
domenica 16 Ottobre 2022 - ore 18:00
Napoli
-
Bologna
domenica 16 Ottobre 2022 - ore 20:45
Verona
-
Milan
lunedì 17 Ottobre 2022 - ore 18:30
Sampdoria
-
Roma
lunedì 17 Ottobre 2022 - ore 20:45
Lecce
-
Fiorentina
venerdì 21 Ottobre 2022 - ore 20:45
Juventus
-
Empoli
sabato 22 Ottobre 2022 - ore 15:00
Salernitana
-
Spezia
sabato 22 Ottobre 2022 - ore 18:00
Milan
-
Monza
sabato 22 Ottobre 2022 - ore 20:45
Fiorentina
-
Inter
domenica 23 Ottobre 2022 - ore 12:30
Udinese
-
Torino
domenica 23 Ottobre 2022 - ore 15:00
Bologna
-
Lecce
domenica 23 Ottobre 2022 - ore 18:00
Atalanta
-
Lazio
domenica 23 Ottobre 2022 - ore 20:45
Roma
-
Napoli
lunedì 24 Ottobre 2022 - ore 18:30
Cremonese
-
Sampdoria
lunedì 24 Ottobre 2022 - ore 20:45
Sassuolo
-
Verona
sabato 29 Ottobre 2022 - ore 15:00
Napoli
-
Sassuolo
sabato 29 Ottobre 2022 - ore 18:00
Lecce
-
Juventus
sabato 29 Ottobre 2022 - ore 20:45
Inter
-
Sampdoria
domenica 30 Ottobre 2022 - ore 12:30
Empoli
-
Atalanta
domenica 30 Ottobre 2022 - ore 15:00
Cremonese
-
Udinese
Spezia
-
Fiorentina
domenica 30 Ottobre 2022 - ore 18:00
Lazio
-
Salernitana
domenica 30 Ottobre 2022 - ore 20:45
Torino
-
Milan
lunedì 31 Ottobre 2022 - ore 18:30
Verona
-
Roma
lunedì 31 Ottobre 2022 - ore 20:45
Monza
-
Bologna
venerdì 04 Novembre 2022 - ore 20:45
Udinese
-
Lecce
sabato 05 Novembre 2022 - ore 15:00
Empoli
-
Sassuolo
Salernitana
-
Cremonese
sabato 05 Novembre 2022 - ore 18:00
Atalanta
-
Napoli
sabato 05 Novembre 2022 - ore 20:45
Milan
-
Spezia
domenica 06 Novembre 2022 - ore 12:30
Bologna
-
Torino
domenica 06 Novembre 2022 - ore 15:00
Monza
-
Verona
Sampdoria
-
Fiorentina
domenica 06 Novembre 2022 - ore 18:00
Roma
-
Lazio
domenica 06 Novembre 2022 - ore 20:45
Juventus
-
Inter
martedì 08 Novembre 2022 - ore 18:30
Napoli
-
Empoli
Spezia
-
Udinese
martedì 08 Novembre 2022 - ore 20:45
Cremonese
-
Milan
mercoledì 09 Novembre 2022 - ore 18:30
Lecce
-
Atalanta
Sassuolo
-
Roma
mercoledì 09 Novembre 2022 - ore 20:45
Fiorentina
-
Salernitana
Inter
-
Bologna
Torino
-
Sampdoria
giovedì 10 Novembre 2022 - ore 18:30
Verona
-
Juventus
giovedì 10 Novembre 2022 - ore 20:45
Lazio
-
Monza
venerdì 11 Novembre 2022 - ore 20:45
Empoli
-
Cremonese
sabato 12 Novembre 2022 - ore 15:00
Napoli
-
Udinese
sabato 12 Novembre 2022 - ore 18:00
Sampdoria
-
Lecce
sabato 12 Novembre 2022 - ore 20:45
Bologna
-
Sassuolo
domenica 13 Novembre 2022 - ore 12:30
Atalanta
-
Inter
domenica 13 Novembre 2022 - ore 15:00
Monza
-
Salernitana
Roma
-
Torino
Verona
-
Spezia
domenica 13 Novembre 2022 - ore 18:00
Milan
-
Fiorentina
domenica 13 Novembre 2022 - ore 20:45
Juventus
-
Lazio
mercoledì 04 Gennaio 2023 - ore 12:30
Salernitana
-
Milan
Sassuolo
-
Sampdoria
mercoledì 04 Gennaio 2023 - ore 14:30
Spezia
-
Atalanta
Torino
-
Verona
mercoledì 04 Gennaio 2023 - ore 16:30
Lecce
-
Lazio
Roma
-
Bologna
mercoledì 04 Gennaio 2023 - ore 18:30
Cremonese
-
Juventus
Fiorentina
-
Monza
mercoledì 04 Gennaio 2023 - ore 20:45
Inter
-
Napoli
Udinese
-
Empoli
domenica 08 Gennaio 2023 - ore 15:00
Bologna
-
Atalanta
Fiorentina
-
Sassuolo
Juventus
-
Udinese
Lazio
-
Empoli
Milan
-
Roma
Monza
-
Inter
Salernitana
-
Torino
Sampdoria
-
Napoli
Spezia
-
Lecce
Verona
-
Cremonese
domenica 15 Gennaio 2023 - ore 15:00
Atalanta
-
Salernitana
Cremonese
-
Monza
Empoli
-
Sampdoria
Inter
-
Verona
Lecce
-
Milan
Napoli
-
Juventus
Roma
-
Fiorentina
Sassuolo
-
Lazio
Torino
-
Spezia
Udinese
-
Bologna
domenica 22 Gennaio 2023 - ore 15:00
Bologna
-
Cremonese
Fiorentina
-
Torino
Inter
-
Empoli
Juventus
-
Atalanta
Lazio
-
Milan
Monza
-
Sassuolo
Salernitana
-
Napoli
Sampdoria
-
Udinese
Spezia
-
Roma
Verona
-
Lecce
domenica 29 Gennaio 2023 - ore 15:00
Atalanta
-
Sampdoria
Bologna
-
Spezia
Cremonese
-
Inter
Empoli
-
Torino
Juventus
-
Monza
Lazio
-
Fiorentina
Lecce
-
Salernitana
Milan
-
Sassuolo
Napoli
-
Roma
Udinese
-
Verona
domenica 05 Febbraio 2023 - ore 15:00
Cremonese
-
Lecce
Fiorentina
-
Bologna
Inter
-
Milan
Monza
-
Sampdoria
Roma
-
Empoli
Salernitana
-
Juventus
Sassuolo
-
Atalanta
Spezia
-
Napoli
Torino
-
Udinese
Verona
-
Lazio
domenica 12 Febbraio 2023 - ore 15:00
Bologna
-
Monza
Empoli
-
Spezia
Juventus
-
Fiorentina
Lazio
-
Atalanta
Lecce
-
Roma
Milan
-
Torino
Napoli
-
Cremonese
Sampdoria
-
Inter
Udinese
-
Sassuolo
Verona
-
Salernitana
domenica 19 Febbraio 2023 - ore 15:00
Atalanta
-
Lecce
Fiorentina
-
Empoli
Inter
-
Udinese
Monza
-
Milan
Roma
-
Verona
Salernitana
-
Lazio
Sampdoria
-
Bologna
Sassuolo
-
Napoli
Spezia
-
Juventus
Torino
-
Cremonese
domenica 26 Febbraio 2023 - ore 15:00
Bologna
-
Inter
Cremonese
-
Roma
Empoli
-
Napoli
Juventus
-
Torino
Lazio
-
Sampdoria
Lecce
-
Sassuolo
Milan
-
Atalanta
Salernitana
-
Monza
Udinese
-
Spezia
Verona
-
Fiorentina
domenica 05 Marzo 2023 - ore 15:00
Atalanta
-
Udinese
Fiorentina
-
Milan
Inter
-
Lecce
Monza
-
Empoli
Napoli
-
Lazio
Roma
-
Juventus
Sampdoria
-
Salernitana
Sassuolo
-
Cremonese
Spezia
-
Verona
Torino
-
Bologna
domenica 12 Marzo 2023 - ore 15:00
Bologna
-
Lazio
Cremonese
-
Fiorentina
Empoli
-
Udinese
Juventus
-
Sampdoria
Lecce
-
Torino
Milan
-
Salernitana
Napoli
-
Atalanta
Roma
-
Sassuolo
Spezia
-
Inter
Verona
-
Monza
domenica 19 Marzo 2023 - ore 15:00
Atalanta
-
Empoli
Fiorentina
-
Lecce
Inter
-
Juventus
Lazio
-
Roma
Monza
-
Cremonese
Salernitana
-
Bologna
Sampdoria
-
Verona
Sassuolo
-
Spezia
Torino
-
Napoli
Udinese
-
Milan
domenica 02 Aprile 2023 - ore 15:00
Bologna
-
Udinese
Cremonese
-
Atalanta
Empoli
-
Lecce
Inter
-
Fiorentina
Juventus
-
Verona
Monza
-
Lazio
Napoli
-
Milan
Roma
-
Sampdoria
Sassuolo
-
Torino
Spezia
-
Salernitana
sabato 08 Aprile 2023 - ore 15:00
Atalanta
-
Bologna
Fiorentina
-
Spezia
Lazio
-
Juventus
Lecce
-
Napoli
Milan
-
Empoli
Salernitana
-
Inter
Sampdoria
-
Cremonese
Torino
-
Roma
Udinese
-
Monza
Verona
-
Sassuolo
domenica 16 Aprile 2023 - ore 15:00
Bologna
-
Milan
Cremonese
-
Empoli
Fiorentina
-
Atalanta
Inter
-
Monza
Lecce
-
Sampdoria
Napoli
-
Verona
Roma
-
Udinese
Sassuolo
-
Juventus
Spezia
-
Lazio
Torino
-
Salernitana
domenica 23 Aprile 2023 - ore 15:00
Atalanta
-
Roma
Empoli
-
Inter
Juventus
-
Napoli
Lazio
-
Torino
Milan
-
Lecce
Monza
-
Fiorentina
Salernitana
-
Sassuolo
Sampdoria
-
Spezia
Udinese
-
Cremonese
Verona
-
Bologna
domenica 30 Aprile 2023 - ore 15:00
Bologna
-
Juventus
Cremonese
-
Verona
Fiorentina
-
Sampdoria
Inter
-
Lazio
Lecce
-
Udinese
Napoli
-
Salernitana
Roma
-
Milan
Sassuolo
-
Empoli
Spezia
-
Monza
Torino
-
Atalanta
mercoledì 03 Maggio 2023 - ore 19:00
Atalanta
-
Spezia
Empoli
-
Bologna
Juventus
-
Lecce
Lazio
-
Sassuolo
Milan
-
Cremonese
Monza
-
Roma
Salernitana
-
Fiorentina
Sampdoria
-
Torino
Udinese
-
Napoli
Verona
-
Inter
domenica 07 Maggio 2023 - ore 15:00
Atalanta
-
Juventus
Cremonese
-
Spezia
Empoli
-
Salernitana
Lecce
-
Verona
Milan
-
Lazio
Napoli
-
Fiorentina
Roma
-
Inter
Sassuolo
-
Bologna
Torino
-
Monza
Udinese
-
Sampdoria
domenica 14 Maggio 2023 - ore 15:00
Bologna
-
Roma
Fiorentina
-
Udinese
Inter
-
Sassuolo
Juventus
-
Cremonese
Lazio
-
Lecce
Monza
-
Napoli
Salernitana
-
Atalanta
Sampdoria
-
Empoli
Spezia
-
Milan
Verona
-
Torino
domenica 21 Maggio 2023 - ore 15:00
Atalanta
-
Verona
Cremonese
-
Bologna
Empoli
-
Juventus
Lecce
-
Spezia
Milan
-
Sampdoria
Napoli
-
Inter
Roma
-
Salernitana
Sassuolo
-
Monza
Torino
-
Fiorentina
Udinese
-
Lazio
domenica 28 Maggio 2023 - ore 15:00
Bologna
-
Napoli
Fiorentina
-
Roma
Inter
-
Atalanta
Juventus
-
Milan
Lazio
-
Cremonese
Monza
-
Lecce
Salernitana
-
Udinese
Sampdoria
-
Sassuolo
Spezia
-
Torino
Verona
-
Empoli
domenica 04 Giugno 2023 - ore 15:00
Atalanta
-
Monza
Cremonese
-
Salernitana
Empoli
-
Lazio
Lecce
-
Bologna
Milan
-
Verona
Napoli
-
Sampdoria
Roma
-
Spezia
Sassuolo
-
Fiorentina
Torino
-
Inter
Udinese
-
Juventus
Pos.
V
P
S
Pti
1
Napoli
6
2
0
20
2
Atalanta
6
2
0
20
3
Udinese
6
1
1
19
4
Lazio
5
2
1
17
5
Milan
5
2
1
17
6
Roma
5
1
2
16
7
Juventus
3
4
1
13
8
Sassuolo
3
3
2
12
9
Inter
4
0
4
12
10
Torino
3
1
4
10
11
Fiorentina
2
3
3
9
12
Spezia
2
2
4
8
13
Lecce
1
4
3
7
14
Empoli
1
4
3
7
15
Salernitana
1
4
3
7
16
Monza
2
1
5
7
17
Bologna
1
3
4
6
18
Verona
1
2
5
5
19
Cremonese
0
3
5
3
20
Sampdoria
0
2
6
2
6
Arnautovic (Bologna)
5
Vlahovic (Juventus)
Immobile (Lazio)
Kvaratskhelia (Napoli)
Beto (Udinese)
4
Koopmeiners (Atalanta)
Leão (Milan)
Giroud (Milan)
Dybala (Roma)
3
Martínez (Inter)
Milik (Juventus)
Milinkovic-Savic (Lazio)
Strefezza (Lecce)
Rebic (Milan)
Dia (Salernitana)
Nzola (Spezia)
Vlasic (Torino)
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni