76 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Nicola Berti gioca Inter-Juventus: “Allegri è geniale e fa bene a provocare, ma vinciamo noi”

Nicola Berti a Fanpage.it ha presentato, a modo suo, la sfida Scudetto tra l’Inter e la Juventus. Il suo preferito è Nicolò Barella: “Un po’ meno carino, ma non tutti possono avere il mio fascino”.
A cura di Vito Lamorte
76 CONDIVISIONI
Immagine

Nicola Berti è l'"Interismo". Lo era in campo e lo è rimasto fuori. Centrocampista dalle grandi capacità atletiche e con il senso del gol, ha vestito per dieci anni la maglia dell'Inter diventando un simbolo per i tifosi nerazzurri di tutte le età. A Fanpage.it ha presentato e giocato, a modo suo, la supersfida Scudetto tra l'Inter e la Juventus.

Oltre ad essere vicecampione del mondo nel 1994 con la Nazionale, vestendo la maglia della Beneamata ha conquistato uno Scudetto, quello dei ‘record' nella stagione 1988-1989, una Supercoppa italiana e due Coppe UEFA: Berti occupa da sempre un posto speciale nei cuori dei supporter interisti per le vittorie, i gol e le sgroppate e per la sua dialettica sempre sbarazzina e scanzonata.

Nel suo periodo nerazzurro ha avuto un feeling particolare nei derby di Milano, dove ha segnato e deciso spesso il risultato, mentre con la Juventus non ha avuto lo stesso rendimento ("Nei primi anni ’90 non era così sentita"): fece gol ai bianconeri con la maglia della Fiorentina, in una sfida che i tifosi viola ricordano ancora oggi (era il 4 aprile 1986).

Immagine

Che partita si aspetta tra Inter e Juventus?
“Ad alta tensione. Loro vengono da un paio d’anni un po’ così ma quest’anno sta facendo buone cose. Inter e Juve non è che ci si ami troppo, loro a me stanno leggermente simpatici ma noi gli stiamo piuttosto antipatici. È una storia che va avanti da tempo, ormai. Io non voglio tirar fuori quella cosa di Ronaldo, che ormai son passati anni, ma mi ricordo leggermente quella di Pjanic e Orsato più recente. Insomma…".

A centrocampo due terzetti molti diversi: chi ha più qualità?
“L’Inter è più forte però a loro rientra Rabiot".

Vero, poi Rabiot ha creato spesso difficoltà a Barella.
“Dici? Quindi Barella soffre Rabiot (ripete pensieroso, ndr). Tanto farà gol proprio lui, Barella, e ti ho già detto come finisce”.

Barella e Rabiot in una sfida tra Inter e Juventus dello scorso anno.
Barella e Rabiot in una sfida tra Inter e Juventus dello scorso anno.

Allegri ha provato a mettere pressione all’Inter a livello dialettico nelle scorse settimane?
“Moltissimo. Ci ha provato in tutti i modi. È geniale e simpatico. Lui è un tipo molto sveglio e fa bene a farlo”.

Il ricordo più bello del derby d’Italia di Nicola Berti.
“Nei primi anni ’90 non era così sentito. Loro erano una squadra da metà classifica e noi eravamo un po’ più su. Feci un gol alla Juventus con la Fiorentina, spiazzai Tacconi in uscita, ma con l’Inter no. A memoria ricordo un assist e una traversa su cui fece gol Battistini, ma non sono mai riuscito a far gol”.

In quegli anni la rivalità sentita era più col Milan, probabilmente.
“Esatto”.

Qualche settimana fa si è parlato di un coinvolgimento da parte di due calciatori dell’Inter in una situazione spiacevole all’Hollywood. Lei e i suoi compagni vivevate Milano a tutte le ore: senza cellulari e senza social network eravate meno controllati nella vita privata rispetto ad oggi?
“Avevo sentito qualcosa ma poi non ho capito bene… I nomi non si sanno? No? Allora vuol dire che l’Hollywood l’ha preso la Juventus (scherza, ndr). Io non sono un tipo social, li uso un paio di volte a settimana e stop“.

Nicola Berti con la Coppa UEFA vinta nel 1994 dall'Inter.
Nicola Berti con la Coppa UEFA vinta nel 1994 dall'Inter.

Ma nella Milano degli anni '80 vi divertivate davvero così tanto?
“Io sì, gli altri non lo so. Ogni tanto qualche mio compagno usciva con me o veniva a casa mia. Ma posso parlare per me, non per gli altri".

Chi è il Nicola Berti dell’Inter di Simone Inzaghi.
“Ma é Nicolò Barella, senza dubbio. Ha anche le iniziali come le mie. Ma poi… la mimica in campo e quel ciuffo quasi come il mio. È un po’ meno carino ma non tutti possono avere il mio fascino (ride, ndr)".

76 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views