I numeri da sogno dell’Atalanta di Gasperini ormai, non ci sorprendono neanche più. Ma è doveroso sottolineare alcuni aspetti. Il 2-7 sul campo del Lecce, oltre ad aver portato il club bergamasco a quota 70 reti in campionato, ha messo in evidenza un altro curioso dato: i gol di Luis Muriel. L’attaccante colombiano, entrato nella ripresa al ‘Via del Mare’ e capace di realizzare anche un gol nella festa della Dea in Salento, al momento è il secondo miglior marcatore dell’Atalanta in campionato dopo Ilicic. Niente di così assurdo fino a questo momento, ma dobbiamo considerare che Muriel ha giocato solo 9 gare da titolare delle 22 presenze che ha collezionato in campionato fino a questo momento. Un dato assolutamente incredibile che certifica come lo stesso colombiano, non risenta assolutamente della panchina, rendendosi utile soprattutto a gara in corso. Vediamo dunque nel dettaglio questi numeri.

I gol di Muriel fino a questo momento

Il cammino di Luis Muriel sembrava già abbastanza agevole all’Atalanta. Dopo il ritorno in Italia, un anno fa, nel gennaio 2019, dal Siviglia alla Fiorentina, l’attaccante colombiano è sembrato non aver mai risentito del passaggio in Liga. Gol a raffica, soprattutto nella prima parte di campionato, prima di tornare un po' in letargo nella seconda parte del girone di ritorno. L’acquisto dell’Atalanta in estate ha comunque rappresentato molto e nonostante un infortunio di inizio stagione, già alla prima giornata si era capito quanto Muriel potesse essere importante per Gasperini.

Doppietta alla Spal nel 3-2 sul campo dei ferraresi, prima di ripetersi contro il Genoa alla terza. Ancora doppietta all’ottava giornata contro la Lazio e poi, dopo 7 giorni, una tripletta alla sua ex squadra: l’Udinese. Tanta panchina, il ritorno al gol di Zapata e l’esplosione continua di Ilicic, hanno un pochino fermato il suo cammino realizzativo che da quel momento in poi l’ha visto andare in rete in maniera sporadica, ma sempre nelle goleada: un gol nel 5-0 al Milan, la doppietta nello 0-7 di Torino e adesso l’ennesima rete nel 2-7 di Lecce per un giocatore che a quota 13 gol è diventato il secondo miglior marcatore stagionale dell’Atalanta dopo Ilicic.

Ben 13 reti in campionati ma solo 9 presenze da titolare

Ma il dato che stupisce maggiormente di Luis Muriel, è rappresentato soprattutto dalle presenze in campionato. In 26 gare, il colombiano ha giocato 22 partite, saltandone solo due per tonsillite e una per scelta tecnica restando in panchina contro la Fiorentina. In totale, dunque, solo 9 presenze da titolare e ben 13 da subentrato. Da notare come, soprattutto nei match in cui è entrato nella ripresa, Muriel sia stato capace quasi di costruirsi una partita tutta sua, caratterizzata da doppiette, assist e giocate da sogno che hanno fatto rivivere al popolo atalantino, praticamente un’altra partita. Ben 12 gol di destro, 1 con il sinistro. Dieci gol all’interno dell’area di rigore e tre fuori, per un giocatore che ha sempre avuto tutto per sfondare ma che forse ha nella discontinuità uno dei suoi punti deboli.

Il profilo di Muriel (Whoscored)
in foto: Il profilo di Muriel (Whoscored)

Media gol a partita e valore di mercato

I numeri di Muriel sono assolutamente da sogno. Secondo in classifica marcatori generali nell’Atalanta come gol realizzati: al primo posto c’è Ilicic con 15 reti, poi appunto il colombiano con 13, seguito da Zapata a 11, Gosens con 7 e Gomez a 6. Prima punta dietro a Ilicic e Gomez o anche trequartista dietro a Zapata, non fa differenza, l’importante è metterla dentro, e Gasperini questo lo sa. Muriel in campionato sta segnando con una media di un gol ogni 70’, praticamente dopo un’ora di gioco, scocca il momento del colombiano. Ad oggi, il suo valore di mercato è arrivato a toccare quota 19 milioni di euro. Rapidità, forza fisica, senso del gol e furbizia, che fanno di Muriel, uno dei segreti di Gasperini per continuare a sognare insieme a tutto il popolo atalantino.