Tutto il panorama calcistico spagnolo e messicano si stringe intorno alla famiglia di Hector Herrera. Il centrocampista ha perso nelle scorse ore la mamma, che è morta dopo una battaglia con il Covid. Il calciatore dell'Atletico Madrid e della nazionale Tricolor, è subito tornato in patria, in virtù del permesso speciale ricevuto da parte del club e non è dunque sceso in campo nel match delicato contro il Real Madrid.

In tanti a Madrid si erano chiesti il motivo della mancata convocazione di Hector Herrera per la supersfida tra il suo Atletico Madrid e il Real. A fugare ogni dubbio ci ha pensato la stampa spagnola: il calciatore ex Porto è tornato immediatamente in patria per un grave lutto, ovvero la morte della mamma. Le condizioni della donna, alle prese da diversi giorni con il Covid, si erano aggravate nelle ultime ore, in maniera irreversibile. Nelle prime ore di questa mattina, purtroppo è arrivata la terribile notizia, con il decesso della signora Herrera a 57 anni.

Una stagione assolutamente maledetta quella di Hector Herrera dunque sia a livello umano che professionale. L'ex Porto, che in passato è stato accostato anche a diverse squadre italiane, ha disputato appena 13 partite, e ha dovuto fare i conti in prima persona con il Covid. Il virus ha costretto Herrera ha saltare diverse partite, compresa l'andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Chelsea. Alla fine dopo aver ricevuto l'ok dalla Liga, 17 giorni dopo la positività il messicano ha potuto riprendere gli scarpini. Adesso però questa notizia ancora più grave per il calciatore, che dovrà cercare di chiudere al meglio un'annata che non dimenticherà mai purtroppo.