4.071 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Minala oggi ha solo 27 anni ma è finito ai margini del calcio: “La storia dell’età mi ha rovinato”

Che fine ha fatto l’ex di Lazio, Bari, Latina e Salernitana Minala? Il centrocampista che fu accusato di aver mentito sulla sua reale età, riparte da Malta.
A cura di Marco Beltrami
4.071 CONDIVISIONI
Immagine

Joseph Minala ha lasciato un segno importante nel calcio italiano, ma non per le sue prestazioni. Il centrocampista, prodotto delle giovanili della Lazio, finì al centro di una vicenda torbida legata all'età. L'allora 17enne infatti venne accusato di avere in realtà 42 anni. Dopo essere stato prosciolto il calciatore proseguì nella sua carriera, vestendo anche altre casacche in Italia. Ma che fine ha fatto oggi? Minala sta cercando di ripartire da Malta, anche se la storia dell'età lo ha segnato.

La possibilità di esordire in prima squadra alla Lazio con Reja fu l'occasione della vita per quel ragazzo che trovò così il suo personale riscatto dopo la brutta delusione incassata in età giovanissima, quando un "signore" lo illuse su un possibile provino al Milan: "Si allontanò dicendomi che sarebbe andato a prendere dei biglietti – raccontò Minala ai microfoni de La casa di C – Non tornò più".

Immagine

Dall'Africa però ecco le accuse infamanti di avere alterato il passaporto per cancellare addirittura 25 anni. Un escamotage per cercare di avere più chance nel panorama calcistico europeo. Una situazione che spinse la procura federale ad aprire un'indagine: la Lazio e il giocatore furono costretti a presentare la documentazione necessaria per dimostrare che lui era in realtà quasi maggiorenne.

Prosciolto da ogni accusa, e quindi libero da questa spada di Damocle, Minala non riuscì però a rispettare le aspettative. Non essendo riuscito a sfondare alla Lazio, con solo poche presenze all'attivo, ecco l'inizio del suo girovagare in diversi club di Serie B, tra cui Bari e Latina prima di passare alla Salernitana. Dopo 67 presenze il ritorno alla Lazio che ha tentato un'altra soluzione a titolo temporaneo, inviandolo in Cina al Qingdao Huangahi. Molto deluso Minala che ha dichiarato poi "Peccato, avrei fatto comodo a Simone Inzaghi (all'epoca allenatore dei capitolini, ndr)". Una volta scaduto il suo contratto a fine 2021, le esperienze in C con la Lucchese e poi con l'Olbia, senza squilli.

Ora dopo una parentesi in Lettoni l'ennesima ripartenza, da Malta, con lo Sliema Wanderers. L'Italia è un ricordo per Minala che è tornato recentemente nel Belpaese per una vicenda extra-calcio, con la sua casa di Latina, messa in vendita, presa di mira dai ladri e svaligiata per un bottino di migliaia di euro. Una situazione che lo ha spinto a concentrarsi ancora di più sul presente e sulla nuova vita a Malta.

In un comunicato il club ha parlato di innesto di "bagaglio di talento ed esperienza". A 27 anni è già tempo di guardarsi indietro per Minala per una carriera che sarebbe potuta essere molto diversa. Tanti i rimpianti con il giocatore che non si dà pace per la polemica sull'età: "Ero molto giovane e non potevo sapere o prevedere la risonanza che questo avrebbe avuto. Sono molto convinto che la storia dell'età abbia sempre frenato la mia carriera. Mi aspettavo decisamente di più. Ogni volta che sono andato in prestito ho sempre fatto buone stagioni, ma non ho mai avuto le stesse occasioni degli altri alla Lazio".

Ma perché la curiosa scelta di ripartire da Malta? Minala ha preferito un campionato non di certo di livello top, pur di non rimanere fermo: "Volevo una nuova esperienza e molti mercati erano chiusi. Non volevo rimanere fermo e si è presentata questa opportunità. A fine stagione ho deciso di cambiare e cercare altro".

4.071 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views