In queste ultime ore di mercato ci potrebbe essere un effetto domino che può riguardare tanti grandi attaccanti. Tra quelli che potrebbero cambiare squadra, oltre a Giroud e Cavani, c'è anche Dries Mertens che mentre prova a recuperare la forma ha ricevuto anche un'offerta importante da parte del Chelsea che vorrebbe acquistarlo subito, mentre l'Inter gli ha proposto un biennale, ma da giugno, e il Napoli spera che alla fine vinca la mozione del cuore e il belga dica sì alla proposta di De Laurentiis.

Perché Mertens può lasciare subito il Napoli

L'attaccante ha il contratto in scadenza a giugno, il Napoli vorrebbe tenerselo, ma lui ha rifiutato tutte le proposte del club partenopeo, l'ultima un biennale da 4 milioni netti. Se restasse fino al termine della stagione il belga potrebbe andare via a costo zero a fine stagione. Ora sono tutti a un bivio. Il calciatore potrebbe rifiutare la proposta dei ‘Blues' e rimanere al Napoli fino al termine del campionato, avrebbe la chance di diventare il miglior bomber di sempre del club e potrebbe decidere con calma sul suo futuro. Ma il Napoli decidendo di cederlo adesso potrebbe incassare 6 o 7 milioni di euro, che non rappresentano una cifra colossale, ma sono meglio di niente. Nelle ultime notizie però su Mertens si parla anche di una proposta che il club gli riformulerà nel mese di febbraio, in pratica l'ultima chance per trovare un accordo definitivo tra società e giocatore.

Dove giocherà Dries Mertens

Al momento la soluzione più probabile sembra la conferma di Mertens al Napoli, gli azzurri vorrebbero mantenerlo in rosa fino al termine della stagione, rischiando di perderlo a zero. Il belga è un giocatore esperto e può dare un ottimo contributo. Ma a fine maggio ognuno potrebbe andare dalla sua parte. L'Inter spera in questa situazione, perché Marotta, specializzato in colpi a costo zero, ha offerto a Mertens un biennale da 4,5 milioni netti e spera di convincerlo. E poi c'è il Chelsea che vuole cedere Giroud, ma ha bisogno prima di un sostituto, che copra le spalle a Tammy Abraham, ora infortunato.