445 CONDIVISIONI
14 Novembre 2021
11:17

Mancini perde anche Sirigu e ha una pazza idea per Irlanda del Nord-Italia

Dopo Calabria e Bastoni, anche Sirigu lascia la Nazionale per infortunio. Mancini che farà affidamento su 25 giocatori, pensa a mescolare le carte in attacco.
A cura di Marco Beltrami
445 CONDIVISIONI

Non c'è tre senza quattro. Nelle ultime 24 ore la Nazionale di Roberto Mancini ha dovuto fare i conti con un poker di forfait, visto che dopo gli infortuni di Bastoni e Calabria, e i motivi personali di Biraghi, sono arrivati anche i fastidi fisici di Sirigu che dunque non prenderà parte alla delicata trasferta di Belfast. In Irlanda del Nord l'Italia si giocherà la qualificazione diretta ai Mondiali del Qatar, sperando di dribblare così lo spauracchio playoff. E il commissario tecnico per il match di lunedì sera sta pensando a qualche novità soprattutto nel reparto offensivo, dopo la prova deludente contro la Svizzera.

Sono dunque 25 i giocatori a disposizione di Roberto Mancini in vista di Irlanda del Nord Italia dopo che Gian Marco Ferrari e Davide Zappacosta hanno colmato le lacune in difesa. Il commissario tecnico alla luce dei tanti forfait sarà costretto a non poter fare affidamento sulla formazione migliore a disposizione, in quello che è il match più importante post-Europei. l'ultimo ko per un infortunio non definito, è stato quello di Sirigu, indolore visto che la Nazionale può fare affidamento oltre che sul titolare Donnarumma, anche su Cragno e Meret. Questa la lista dei calciatori che voleranno in Irlanda: "

Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Paris Saint Germain), Alex Meret (Napoli);
Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Leonardo Bonucci (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Gian Marco Ferrari (Sassuolo), Emerson Palmieri (Lione), Gianluca Mancini (Roma), Davide Zappacosta (Atalanta);
Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Danilo Cataldi (Lazio) Bryan Cristante (Roma), Jorginho (Chelsea), Manuel Locatelli (Juventus), Matteo Pessina (Atalanta), Tommaso Pobega (Torino), Sandro Tonali (Milan);
Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Juventus), Lorenzo Insigne (Napoli), Giacomo Raspadori (Sassuolo), Gianluca Scamacca (Sassuolo).

Le scelte più difficili di Mancini, privo di Immobile, sono quelle relative all'attacco dopo che Belotti non ha brillato contro la Svizzera. Nelle ultime ore si è fatta strada una nuova ipotesi, alternativa alla possibilità di schierare uno tra Insigne e Bernardeschi come falso nueve, con Berardi e Chiesa eventualmente ai suoi fianchi. Il commissario tecnico ha pensato anche di affidarsi all'unica punta ulteriore di peso a disposizione, ovvero Gianluca Scamacca, per un atteggiamento offensivo più "tradizionale". Una soluzione sorprendente, considerando che l'attaccante ha una sola presenza all'attivo in azzurro.

445 CONDIVISIONI
Tapiro d'oro a Mancini, fa una scommessa: "Italia ai Mondiali e me ne darete uno più grosso"
Tapiro d'oro a Mancini, fa una scommessa: "Italia ai Mondiali e me ne darete uno più grosso"
"Noi come Lippi": per Roberto Mancini, l'Italia non solo andrà ai Mondiali, ma li vincerà
"Noi come Lippi": per Roberto Mancini, l'Italia non solo andrà ai Mondiali, ma li vincerà
McEnroe supercoach di Sinner, la pazza idea nata con un messaggio: aveva capito tutto
McEnroe supercoach di Sinner, la pazza idea nata con un messaggio: aveva capito tutto
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni